Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 950
POZZALLO - 27/02/2014
Cronache - Truffa scoperta ai danni di una società tedesca lungo l’asse Malta - Sicilia

Auto sportive di lusso sotto sequestro al porto di Pozzallo

Si tratta di una Lamborghini Gallardo, una Porsche 911 Gt3 e una Jaguar Xkrs coupè Foto Corrierediragusa.it

E´ di quasi mezzo milione di euro il valore complessivo delle tre auto sportive sequestrate al porto di Pozzallo nell´ambito di una maxi truffa scoperta ai danni di una società tedesca lungo l´asse Malta - Sicilia. Sotto sequestro sono finite una Lamborghini Gallardo, una Porsche 911 Gt3 e una Jaguar Xkrs coupè (foto). Sono stati la Sezione Polizia Stradale di Ragusa, diretta dal Vice Questore Aggiunto Gaetano Di Mauro, e l’Ufficio delle Dogane di Siracusa, diretto dal dottor Salvo Trentino, a scoprire gli altarini. Per gli appassionati del settore c´era da stropicciarsi gli occhi alla vista delle tre autovetture di lusso. Nell’ambito dei controlli congiunti finalizzati a verificare le posizioni amministrative dei mezzi in partenza ed in arrivo da Malta tramite il catamarano della compagnia maltese che opera al porto, le tre automobili sono state sottratte indebitamente ad una società tedesca. I proprietari dei mezzi, un cittadino catanese e due cittadini napoletani, dei quali non sono state fornite le generalità, hanno tentato di far salire le automobili sul catamarano ma la Polizia Stradale di Ragusa è stata reattiva nel fermare il trasporto sull´isola dei Cavalieri.

Secondo i responsabili della Dogana, all’atto del controllo presso la banca dati interforze veniva accertato che, a carico dei tre veicoli, vi erano dei provvedimenti di ricerca e sequestro in tutta l’area Schengen in quanto era stata inoltrata, attraverso rogatoria internazionale, una querela per appropriazione indebita e truffa, nei confronti di ignoti, da parte della legittima proprietaria dei tre veicoli, la società tedesca sopracitata. E´ bastato un controllo coi referenti di Sirene (Supplementary information request at the national entries/Informazioni supplementari richieste agli ingressi nazionali), che rappresenta una sorta di rete di punti di contatto nata per trasmettere, 24 ore su 24 e in tempo reale, queste comunicazioni, per capire cosa stava accandendo al porto. Le tre automobili, difatti, sono state poste subito sotto sequestro. Il valore delle tre automobili si aggira sui 400 mila euro. Per i tre uomini, la segnalazione alla Procura della Repubblica di Ragusa con l´invio degli atti per la successiva convalida.

Sono sempre più diffuse le organizzazioni per delinquere che attraversano le frontiere regionali e nazionali per gestire i loro traffici anche all’estero. La cooperazione internazionale di polizia è sempre più indispensabile per arginarne l’espansione. Di fronte a una criminalità senza confini è difficile che un singolo Paese possa sconfiggere alla radice gli interessi di una malavita organizzata e perseguire i criminali senza la collaborazione dei Paesi con cui condivide la minaccia.