Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1017
POZZALLO - 20/12/2013
Cronache - Il procedimento giudiziario a carico dei dipendenti comunali «infedeli»

Multe "ritoccate", 8 rinvii a giudizio. Pozzallo parte civile

Contestato pure il presunto permissivismo nell’utilizzo fraudolento di tesserini riservati ai parcheggi per i diversamente abili Foto Corrierediragusa.it

Otto rinvii a giudizio tra vigili urbani e impiegati amministrativi con contestuale costituzione di parte civile del comune di Pozzallo nel procedimento giudiziario a carico dei dipendenti comunali «infedeli» in quanto presunti responsabili di centinaia di multe e verbali «ritoccati» al ribasso per favorire gli amici degli amici, con un danno erariale non indifferente per il comune marinaro. Contestato pure il presunto permissivismo nell’utilizzo fraudolento di tesserini riservati ai parcheggi per i diversamente abili, senza troppi controlli a carico dei possessori per verificarne il legittimo utilizzo. Sono almeno 8mila le multe sospette sequestrate dalla Polizia nell’ambito delle indagini partite da una denuncia anonima ed elevate tra il 2011 e il 2012, con oltre 200 verbali «modificati» dagli indagati per diminuire l’entità dell’originaria multa, talvolta anche di 40 o 50 euro.

Dovranno quindi comparire dinanzi ai giudici tre funzionari di polizia locale, rispettivamente Giuseppe Gambuzza, ex comandante, 64 anni; l’attuale comandante Luigi Bottaro, di 55, e il suo vice Rosario Iozzia, di 60, che devono rispondere di abuso d’ufficio continuato in concorso. Rinviati a giudizio pure altri cinque impiegati amministrativi, F.C. ed F.B. entrambi 55enni, G.I., 53 anni, G.M., di 52, e G.S., di 45, accusati invece di falsità materiale in atto pubblico continuato.