Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 893
POZZALLO - 15/11/2013
Cronache - Servizi straordinari di controllo su tutto il territorio

Giro di vite della Polizia contro accattonaggio a Pozzallo

Sono state identificate e controllate 63 persone

Stop all´accattonaggio. Pare che siano diversi i giovani, stranieri, in prevalenza dell’est europeo e africani, che chiedono qualche soldo davanti l´ingresso dei supermercati. Di tutto questo si sono accorti gli agenti Polizia di Stato, i quali hanno effettuato dei servizi straordinari di controllo su tutto il territorio. Nell’ambito di tale attività, sono state identificate e controllate 63 persone, 12 autoveicoli ed elevate 7 contravvenzioni nei confronti di conducenti non in regola con le norme del Codice della strada. Inoltre, sono stati effettuati controlli nei luoghi di aggregazione maggiormente frequentati da cittadini extracomunitari, attualmente stipati presso il centro di accoglienza del porto. Gli agenti della Polizia di Stato hanno proceduto a identificare alcuni cittadini comunitari intenti a chiedere l’elemosina, due dei quali sono stati denunciati perché utilizzavano alcuni minori per impietosire i passanti e gli avventori dei negozi.

Secondo quanto riferito dalla Polizia, due persone, entrambi cittadini di etnia rom, identificati per A. C., di anni 22 (domiciliato a Gela) e una donna, C.C., di anni 38 (domiciliata a Rosolini), venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per avere impiegato minori di 5, 2 e 3 anni al fine di raccimolare qualche spicciolo. I servizi, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, continueranno anche nei prossimi giorni.


Solo vergogna
15/11/2013 | 16.49.09
Piero

E´ normale che gli avvocati cerchino di arrivare alla prescrizione, i loro assistiti sono indifendibili e tali parassiti andrebbero licenziati, ma se davvero arriviamo alla prescrizione dovremo continuare a mantenerli.
CHE GIUSTIZIA E´ QUESTA?


SCOPERTA L´ACQUA CALDA
15/11/2013 | 16.38.50
Piero

Ma che scoperta che han fatto!!! Tutti i supermercati, non solo a Pozzallo ma in tutta la provincia e soprattutto a Ragusa sono invasi da extracomunitari che chiedono soldi, ti inseguono, pretendono... e se non paghi magari la prossima volta trovi la classica rigatura sulla macchina. Ormai la scelta del supermercato è condizionata da dove trovi quelli meno numerosi e meno aggressivi, Polizia e Carabinieri passano e guardano senza vedere... ma d´altra parte la realtà è che anche loro non possono fare nulla. Forse non tutti sanno che gli immigrati (i clandestini chiedenti asilo e rifugiati) vengono vestiti, nutriti, alloggiati e pagati dallo Stato, per cui la loro presenza fuori dai supermercati spesso serve loro solo per acquisto alcol e altro...