Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 810
POZZALLO - 29/10/2013
Cronache - La donna, medico dell’Asp, è stata aggredita dal giovane mentre cercava di soccorrerlo

Dottoressa presa a pugni da un tossicomane a Pozzallo

Il ragazzo è stato portato al ‘Maggiore’ dov’è adesso ricoverato in rianimazione. Davanti la porta della sua stanza, ci sono due carabinieri che lo piantonano. Per la dottoressa dell’Asp sono stati necessari punti di sutura al labbro

Una dottoressa in servizio al 118 nella sede della Guardia Medica è stata aggredita da un giovane tossicodipendente. L´energumeno, un 31enne di Vittoria, era entrato in un bar di viale Europa. Il giovane aveva accusato un malore che lo aveva fatto stramazzare al suolo. Sono stati chiamati i soccorsi immediatamente è arrivata l’ambulanza del 118. Il giovane, invece di farsi assistere dagli infermieri e dal medico dell’ambulanza, è andato in escandescenze e ha cominciato ad inveire e a tirare calci e pugni. La dottoressa che provava a soccorrerlo è stata colpita violentemente da un pugno in pieno volto che le ha spaccato il labbro. A questo punto, sono stati avvertiti i carabinieri per cercare di riportare la situazione sotto controllo. I militari hanno dovuto faticare un bel po’ prima di avere ragione sull’uomo, che, secondo i testimoni, era evidentemente in preda agli effetti di qualche sostanza stupefacente. E´ stata quindi inviata una seconda ambulanza per soccorrere la dottoressa colpita in faccia e con il labbro sanguinante.

Il ragazzo è stato portato al ‘Maggiore’ dov’è adesso ricoverato in rianimazione. Davanti la porta della sua stanza, ci sono due carabinieri che lo piantonano. Per la dottoressa dell’Asp sono stati necessari punti di sutura che le sono stati dati al pronto soccorso dell’ospedale di Modica, dove i medici le hanno diagnosticato una prognosi di 15 giorni.