Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 781
POZZALLO - 08/09/2013
Cronache - Operazione della Guardia di finanza cominciata nel canale di Sicilia e finita al porto

Arrestati a Pozzallo i 9 marinai di motonave carica di droga

L’abbordaggio del cargo nel tratto di mare compreso fra Portopalo di Capo Passero e l’isola di Malta. L’equipaggio aveva dato fuoco a buona parte della sostanza stupefacente e poi si era gettato in mare Foto Corrierediragusa.it

Nell’ambito di una complessa operazione antidroga coordinata dal Comando Operativo Aeronavale di Pomezia (Pratica di Mare), i militari delle Fiamme Gialle, con unità aeronavali d’altura, hanno monitorato la Motonave «Gold Star» (foto), battente bandiera della Tanzania, con a bordo oltre 30 tonnellate di resina di hashish del valore di circa 30 milioni di euro. 9 i componenti dell´equipaggio arrestati. L’operazione è iniziata tre giorni fa, quando è giunta, dal II Reparto del Comando Generale, per il tramite della Direzione Centrale Servizi Antidroga, la notizia della presenza di un ingente carico di droga in navigazione nel Mediterraneo a bordo del cargo. Nel pomeriggio di venerdì, le unità navali ed aeree del Comando Operativo Aeronavale hanno raggiunto, nel tratto di mare compreso fra Portopalo di Capo Passero e l´isola di Malta, il cargo per tentarne l’abbordaggio, dopo aver ottenuto la prevista autorizzazione dallo Stato di Bandiera.

I nove membri dell’equipaggio, di nazionalità siriana ed egiziana, immediatamente dopo aver avvistato le imbarcazioni delle Guardia di Finanza, hanno appiccato un incendio a bordo dell’unità per distruggere il suo prezioso carico, per poi gettarsi in mare, anche a rischio della propria vita, vista la posizione e l’altezza della chiglia della nave. Tutti sono stati immediatamente posti in salvo dalle unità navali del Corpo e poi sottoposti a stato di fermo. Sono state prontamente allertate le Autorità competenti al fine di domare l’incendio e garantire la sicurezza della navigazione. Sono state ultimate le fasi di recupero e messa in sicurezza della «Gold Star». L´imbarcazione è giunta a Pozzallo, così come riferito dalla Guardia di Finanza di Ragusa, alle 22 circa al porto.