Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 971
POZZALLO - 09/06/2013
Cronache - La rapina ieri intorno alle 12.30 nella filiale di via Torino

Rapina alle Poste di Pozzallo: 2 ricercati

Indagano i Carabinieri
Foto CorrierediRagusa.it

31mila euro. A tanto ammonta il cospicuo bottino della rapina messa a segno da parte di due malviventi, alle 12,30 circa, all´ufficio postale di via Torino (foto). I due uomini, a volto scoperto, hanno atteso che il direttore della filiale caricasse le cassette del bancomat di denaro contante per poter agire. Dopo un primo diniego a consegnare i soldi, i due sono passati alle vie di fatto. Davanti ad una decina di persone e agli altri impiegati, difatti, è nata una colluttazione fra i due ladri e il direttore. Ad avere la peggio è stato proprio il direttore della filiale, il quale ha riportato delle lesioni al braccio e al collo, di lieve entità, guaribili in pochi giorni. Nel frattempo, i due ladri si sono allontanati dall´ufficio postale, facendo perdere le proprie tracce.

Sul posto, mezzora dopo la rapina, sono giunti i carabinieri, i quali hanno chiesto al direttore e agli altri impiegati cosa fosse successo durante la rapina. Da quanto riferito, pare che i due avessero una leggera inflessione catanese. Dal comando della Compagnia di Modica assicurano che le indagini sono in corso e che diverse piste, al momento, sono al vaglio degli inquirenti. Il servizio bancomat è stato sospeso per tutto il pomeriggio. E’ certo comunque che si tratta di professionisti, viste la precisione e la freddezza con le quali hanno agito. Malviventi bene informati, quasi certamente aiutati da un basista del luogo.

I posti di blocco istituiti nel comprensorio non hanno finora sortito i risultati sperati. L´ufficio postale di via Torino non è nuovo, purtroppo, ad episodi simili. Nel luglio del 2009, due malviventi entrarono dalla porta di via IV Novembre (un´entrata secondaria dell´ufficio) al fine di poter portare via 40 mila euro.