Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1566
POZZALLO - 22/05/2013
Cronache - L’ultima volta che gli amici lo hanno visto è stato davanti al bar Scordapene

Scomparso da 9 giorni Nuccio Paternò

Al momento della scomparsa, indossava un giubbotto nero, maglia nera, jeans chiari, scarpe da tennis bianche, e cappellino con visiera verde militare Foto Corrierediragusa.it

E´ sparito da giovedì 16 maggio e da qualche giorno non si hanno più notizie di Giuseppe «Nuccio» Paternò (nella foto), il pozzallese di 38 anni, volto noto della collettività locale, sparito senza alcuna apparente motivazione.
La famiglia ha sporto regolare denuncia presso gli uffici della locale Stazione dei carabinieri. Pare che il giovane, descritto dagli amici come un tipo estroverso, si sia allontanato con la sua bici. L´ultima volta che gli amici hanno avuto modo di scambiare due parole è stata davanti al bar Scordapene, quartiere Raganzino, luogo di ritrovo per gli amici di Nuccio.

Sui diversi profili del social network di Facebook campeggia la locandina dove sono evidenziate le dinamiche della scomparsa dell´uomo, oltre ai tratti distintivi.<Giuseppe Paternò, anni 38, occhi castani – è scritto nella locandina – altezza 1,70 cm, costituzione magra. Al momento della scomparsa, indossava un giubbotto nero, maglia nera, jeans chiari, scarpe da tennis bianche, e cappellino con visiera verde militare. Si è allontanato dal bar Scordapene di Pozzallo con una bicicletta colore nera con sellino bianco. Chiunque avesse sue notizie o l´ha intravisto – è scritto ancora nella locandina – vi preghiamo di avvisare le forze dell´Ordine chiamando il 112 o il 113 >.

Nella mattinata di oggi, le ricerche sono proseguite nel tentativo di scovare qualche indizio o addirittura rinvenire la bicicletta che potrebbe portare i carabinieri a ricostruire meglio i passaggi della vicenda e i movimenti dell´uomo. Al momento nessuna pista è esclusa, compreso un possibile allontanamento volontario. Nelle prossime ore ci saranno ulteriori sviluppi, si spera positivi.

I famigliari e i parenti del trentottenne sono distrutti dal dolore per l´assenza del loro congiunto, ma sono fiduciosi e sperano che Nuccio ritorni a casa in tempi celeri. Tutti, in queste ore, si sono stretti attorno ai parenti di Nuccio, persone conosciute e stimate, molte delle quali hanno preso parte alle ricerche.

Secondo quanto riferito delle forze dell´Ordine, le indagini sono concentrate anche sui trascorsi avuti in passato dal trentottenne. Un passato trascorso anche fra le mura delle comunità terapeutiche dove l´uomo ha tentato il percorso di riabilitazione e recupero.