Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1084
POZZALLO - 11/04/2008
Cronache - Pozzallo - Si tratta di 22 uomini, 2 donne e 3 minori

Primo sbarco dell´anno
a Pozzallo: sono giunti in 27

La traversata dall’Africa all’Europa è durata 4 giorni Foto Corrierediragusa.it

Primo sbarco per l’anno 2008 di extracomunitari a Pozzallo. Sono ventisette (22 uomini, 2 donne e tre minori) gli immigrati somali intercettati ieri pomeriggio dalla guardia costiera della città marittima, a poco meno di 16 miglia dalla costa, a bordo di una barca in vetroresina lunga 10 metri. Coadiuvati dai militari della guardia di finanza di Pozzallo, gli uomini della guardia costiera hanno impiegato poco meno di un’ora per trasbordare, nel primo pomeriggio, gli immigrati sulle due motovedette.

Arrivati sulla terra ferma, gli immigrati sono stati rinchiusi nel capannone della dogana del porto di Pozzallo, dove, sempre nel primo pomeriggio, sono stati interrogati, schedati e rifocillati. Dalle prime notizie raccolte, sembra che la traversata dall’Africa all’Europa sia durata quattro giorni. Nessuna notizia del probabile scafista che ha trasbordato i ventisette africani. Non desta alcuna preoccupazione, invece, la salute dei ventisette immigrati, solo sparuti casi di disidratazione, subito rientrati. I tre minori sono stati quelli che hanno affrontato il viaggio con maggiore difficoltà; sono stati, infatti, gli unici a mangiare di più, durante il rifocillamento, rispetto agli adulti. Si prevede che, nella mattinata odierna, se non sorgeranno intoppi dell’ultima ora, i ventinove saranno trasferiti presso il Cpt di Cassibile.

? il primo sbarco che interessa la città di Pozzallo limitatamente al 2008 (l’ultimo sbarco si è verificato durante il mese di Novembre dell’anno scorso). I primi caldi e il mare calmo hanno favorito la lunga traversata e, come tristemente è possibile intuire, questo sbarco si preannuncia come il primo di una lunghissima serie.