Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 779
POZZALLO - 23/03/2013
Cronache - Il bottino fu di 100mila euro

Rapina e sequestro: Basile a giudizio

Il pregiudicato pozzallese dovrà comparire dinanzi al giudice il prossimo luglio Foto Corrierediragusa.it

E’ stato rinviato a giudizio uno dei presunti autori della rapina di 100mila euro dello scorso marzo in una villetta di contrada Raganzino a Pozzallo e arrestato tre mesi dopo l’episodio. Si tratta di Luciano Basile, 36 anni pregiudicato pozzallese, che dovrà comparire dinanzi al giudice il prossimo luglio per rispondere di rapina aggravata e sequestro di persona. E’ quanto deciso dal gup Maria Rabini in accoglimento della richiesta del pm Alessia La Placa. Il figlio dei proprietari della villa, attirato nel giardino di casa con uno stratagemma dei malviventi che avevano staccato il contatore della luce appositamente per lasciare la casa al buio, fu aggredito e percosso, riportando lesioni guaribili in 25 giorni.

Una volta reso inoffensivo l’uomo, i rapinatori costrinsero la madre, colta di sorpresa nel sonno e ripetutamente strattonata e minacciata, ad aprire la cassaforte e a consegnare loro gioielli e monili d’oro, per un bottino complessivo di 100mila euro. Dalle indagini si risalì al pregiudicato pozzallese, ritenuto essere uno degli autori della rapina. L’uomo, difeso dall’avvocato Rinaldo Occhipinti, è stato adesso rinviato a giudizio. Le indagini proseguono invece per individuare i complici.

Nella foto il tribunale di Modica