Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1097
POZZALLO - 02/04/2008
Cronache - Pozzallo-Sentenza del collegio penale presieduto dal giudice Scibilia

Avrebbe abusato di una bimba
di 5 anni: assolto un pozzallese

Con la formula "perchè il fatto non sussiste" Foto Corrierediragusa.it

E’ stato assolto perchè il fatto non sussiste il pozzallese di 44 anni finito sotto processo nel tribunale di Modica (nella foto) con la pesante accusa d’aver abusato di una bimba che, all’epoca dei fatti, aveva appena cinque anni. L’imputato si era sempre proclamato innocente.

Evidentemente il collegio penale presieduto dal giudice Giovanna Scibilia ha ritenuto convincente la tesi difensiva dell’avvocato Carmelo Floridia. Anche il pm Maria Mocciaro aveva peraltro invocato l’assoluzione. Prima d’essere rimesso in libertà, il pozzallese era rimasto in cella per una ventina di giorni. La presunta piccola vittima, nel corso dell’incidente probatorio confermò gli abusi subiti. La psicologa incaricata dalla procura di redigere una perizia psichica sulla bimba, aveva riferito ai giudici che la piccola era in grado di intendere e di volere.

Il presunto pedofilo, da qualche tempo conviveva con la madre della bambina, dopo la separazione dal marito. L’avvocato Floridia ha sempre sostenuto che il suo assistito fosse stato incastrato proprio dal padre della bimba, geloso della relazione instaurata con la sua ex moglie dall’imputato. Il genitore avrebbe dunque plagiato la figlioletta, inducendola ad inventare gli abusi.