Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 418
POZZALLO - 17/02/2013
Cronache - Rinvio a giudizio per il 27enne Daniele Bonvento, prosciolto il padre Ernesto

Onoranze funebri con minacce e proiettili

Le accuse sono di illecita concorrenza con minaccia, detenzione di armi e falsità in scrittura privata Foto Corrierediragusa.it

Rinvio a giudizio per il figlio e proscioglimento per il padre, entrambi titolari di due agenzie di onoranze funebri a Pozzallo, finiti dinanzi al magistrato per illecita concorrenza con minaccia, detenzione di armi e falsità in scrittura privata. Il gup Elio Manenti ha rinviato a giudizio Daniele Bonvento, 27 anni, difeso dall´avvocato Francesco Giardina, prosciogliendo il padre, Ernesto Bonvento, 54 anni, difeso dall´avvocato Ignazio Galfo, per non avere commesso il fatto.

Il pm aveva chiesto il rinvio a giudizio per entrambi gli imputati. Padre e figlio, ragusani, titolari di due agenzie di onoranze funebri, entrambe con sede a Pozzallo, erano accusati di aver compiuto atti di illecita concorrenza con reiterate minacce. I due avrebbero fatto recapitare al domicilio di una ditta concorrente quattro buste, in altrettanti distinti episodi, prive di mittente e di timbro postale, contenenti dei bigliettini listati a lutto con messaggi intimidatori accompagnati da cartucce e proiettili. Il tutto per indurre il titolare della ditta concorrente a chiudere bottega.