Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 645
POZZALLO - 08/01/2013
Cronache - Il gip del tribunale di Modica respinge la richiesta di revoca della custodia cautelare

Restano ai domiciliari i 2 fratelli spacciatori di metadone

Si tratta di Emanuele e Saverio Distefano, di 32 e 33 anni

Restano ai domiciliari i due fratelli pozzallesi arrestati la scorsa settimana dai Carabinieri con l’accusa di aver spacciato metadone ai tossicodipendenti della cittadina marinara. Emanuele e Saverio Distefano, di 32 e 33 anni, hanno fatto scena muta dinanzi al gip Elio Manenti, che ha così deciso di mantenere la custodia cautelare, rigettando la richiesta di revoca avanzata dal difensore Salvatore Rustico, che si è quindi rivolto al tribunale del riesame di Catania. L’udienza è stata fissata a giovedì prossimo.

Stando a quanto accertato dai militari, i due fratelli rivendevano a terzi le confezioni di metadone che Emanuele Distefano riceveva abitualmente dal Sert di Modica, dov’era in cura per uscire dal tunnel della tossicodipendenza. Secondo i carabinieri, l´attività di spaccio sarebbe avvenuta sia a casa che per strada. Emanuele Distefano era stato già arrestato lo scorso aprile sempre per lo stesso reato, dal momento che era stato sorpreso mentre cedeva due flaconi di metadone a una giovane pozzallese.