Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 990
POZZALLO - 05/03/2008
Cronache - Pozzallo - Indagini della polizia per risalire agli autori dell’incendio

Distrutta dalle fiamme
una creperia del centro

E’ il secondo gesto intimidatorio in meno di 4 mesi Foto Corrierediragusa.it

E´ stata data alle fiamme all´alba di ieri la creperia Zabbatana, nei pressi di piazza delle Rimembranze. Le fiamme hanno altresì danneggiato, ma non in modo grave, l´attiguo pub "Free style".

La creperia, gestita da due pozzallesi, è andata distrutta. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco, che hanno impedito il propagarsi nelle strutture vicine, salvando il pub attiguo dalla stessa fine. Nessun testimone, stando ai primi esiti delle indagini condotte dalla polizia.

I due proprietari della creperia e il gestore del pub non si sono saputi spiegare il motivo del gesto criminale, visto che non avrebbero ricevuto richieste o minacce di carattere estorsivo. Il dolo è provato dai resti di una bottiglia con residui di liquido infiammabile, rinvenuta dai pompieri nei pressi dei resti fumanti del pub.

E´ il secondo incendio doloso in meno di 4 mesi in danno di un´attività commerciale. Lo scorso novembre era stato incendiato difatti il pub "Lo Sgriccio" (nella foto), a pochi metri di distanza dalla creperia e dal pub "Free style".

Il sindaco Peppe Sulsenti ha inviato una missiva al prefetto di Ragusa e alla procura di Modica per denunciare il pesante clima che si respira nella cittadina marinara dopo questo chiaro atto intimidatorio, forse riconducibile al germe del racket. Proprio per evitare che a Pozzallo possa attecchire il pizzo, Sulsenti invoca maggiori controlli, appoggiato dall´on Roberto Ammatuna.

Un altro incendio ha interessato un casolare adibito a deposito di fieno. Anche in questo caso sono intervenuti i pompieri