Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 917
POZZALLO - 13/06/2012
Cronache - L’incolumità dei bagnanti resta il punto cardine

Operazione «Mare Sicuro 2012», per emergenze "1530"

Il comandante Tassara ha voluto raccomandare la massima attenzione su alcuni aspetti relativi alla balneazione Foto Corrierediragusa.it

Al via l´operazione «Mare Sicuro 2012», partita in questi giorni con l´avvio della stagione estiva e che si concluderà il 9 settembre. Alla luce anche dei recenti fatti di cronaca a Kamarina, l´incolumità dei bagnanti resta il punto cardine dell´operazione dei militari della Capitaneria di porto, grazie all´ausilio di diversi mezzi navali e alla prontezza degli uomini diretti dal comandante Andrea Tassara (da dx nella foto con il tenente Raffaele Giardina). Proprio il comandante Tassara ha voluto raccomandare la massima attenzione su alcuni aspetti relativi alla balneazione.

"La Guardia Costiera – ha detto il comandante della Capitaneria - si pone al servizio di tutti i cittadini che possono così contare sull’Istituzione e ricorda che l’irresponsabilità di pochi spesso mette a repentaglio la sicurezza dei tanti che rispettano le regole". Pertanto, la Capitaneria di porto ricorda che, prima di intraprendere la navigazione, bisogna informarsi presso le capitanerie di porto circa le ordinanze vigenti e le condizioni meteorologiche in mare, verificando l’idoneità della propria barca, del carburante e delle dotazioni di sicurezza rispetto all’itinerario prescelto e informando parenti o amici circa la rotta che si intende seguire.

In navigazione, invece, mantenersi ad almeno 200 metri dalle spiagge e 150 metri dalle scogliere, nonché sempre ad almeno 100 metri dalla boa di segnalazione del subacqueo. Inoltre, fare sempre attenzione agli ostacoli ed ai bagnanti e, per questo, utilizzare gli appositi corridoi di lancio per avvicinarsi alle spiagge.

Per i bagnanti, tenere sempre una condotta responsabile e vigile, non entrando in acqua quando è esposta la bandiera rossa, all’interno dei corridoi di lancio, nei porti e alla loro imboccatura, in prossimità di pontili o passerelle di attracco per ormeggio di unità navali, negli specchi acquei destinati all’ancoraggio di unità navali, nonchè nei luoghi ove insistono cartelli di divieto di balneazione. "Tutte semplici regole – osserva il tenente Raffaele Giardina – che, se scrupolosamente rispettate, evitano guai per chi vuole godere di una vacanza senza particolari noie".

Nel corso della stagione, le quotidiane attività di controllo saranno incrementate nei fine-settimana estivi ed nei periodi più «caldi» quali i giorni precedenti e successivi la «notte di S. Lorenzo» e Ferragosto.
Si ricorda, come sempre, che il numero blu 1530 per le emergenze in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale. Servizio gratuito a conferma dell’impegno del Corpo nella salvaguardia della vita umana in mare.


speriamo...
14/06/2012 | 19.50.48
alex

ringraziando anticipatamente il lavoro della guardia costiera, encomiabile ogni anno, speriamo davvero che non si vedano più scellerati che fanno slalom tra le teste dei bagnanti, con quei maledetti aquascooters. è pericolosissimo specialmente nel litorale che va da marina di ragusa a punta secca. inoltre, se mi si permette, per quest´anno vorrei che si vigilasse anche sulla salvaguardia dell´acqua. ci sono sia depuratori malfunzionanti, sia navi, che scaricano di tutto e di più in acqua, causando scie chilometriche di liquami maleodoranti. grazie...(diportista patentato)