Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 799
POZZALLO - 24/02/2008
Cronache - Modica - Il gup ha inflitto 4 anni al marinaio Alì Cepin

Accoltellò il capitano
di una nave: turco condannato

I fatti risalgono a circa un anno fa Foto Corrierediragusa.it

Quattro anni di carcere con il rito abbreviato sono stati inflitti dal gup Fabio Ciraolo al marinaio turco Alì Cepin, 35 anni, per il reato di tentato omicidio. L’imputato, difeso dall’avvocato Carlo Ottaviano, era accusato d’aver accoltellato il capitano in seconda della «Yasar Captan III».

La nave, sulla quale era imbarcato Cepin, attraccò lo scorso anno al porto di Pozzallo. Il pm Domenico Platania aveva invocato otto anni di reclusione, non credendo alla tesi difensiva secondo cui Cepin avrebbe ferito involontariamente il capitano, nel tentativo di difendersi, senza intenzione di fargli del male o, addirittura, d’ammazzarlo.

Era statolo stesso Cepin a rendere queste dichiarazioni al magistrato, rigettando l’accusa di tentato omicidio. L’interrogatorio aveva portato alla luce dei particolari interessanti: sia l’aggressore che la vittima, il 24enne Ilan Tekinon, erano ubriachi. Qualche parola di troppo bastò a far degenerare la lite, scaturita dalla minaccia di licenziamento rivolta da Tekinon al suo sottoposto.

Agli insulti fecero seguito calci e pugni e, siccome Cepin stava avendo la peggio, estrdalla tasca asse un cacciavite modificato lungo sei centimetri, simile ad un punteruolo, con il quale ferì Tekinon al fianco sinistro nella colluttazione.

Una versione dei fatti che venne avvalorata da alcuni testimoni. La vittima, le cui condizioni furnono giudicate gravi, venne ricoverata per qualche tempo al «Regina Margherita» di Comiso e sottoposto ad intervento chirurgico.