Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 975
POZZALLO - 28/04/2012
Cronache - Controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Modica

Possesso di droga: 8 giovani denunciati, 5 sono minorenni

Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta e sottoposta a sequestro Foto Corrierediragusa.it

Otto giovani denunciati per detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente. L´esaustivo controllo del territorio da parte del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Modica, in collaborazione con i colleghi della Motovedetta di stanza a Pozzallo, porta alla ribalta l´ennesima storia di ragazzi minorenni «vittime», è il caso di dirlo, di loschi affari.

Nella serata di giovedì, i Carabinieri scorgono otto ragazzi, di età compresa tra 15 e 18 anni, che inizano a comportarsi in maniera anomala, evidenziando altresì un certo nervosismo. Il tutto nella centralissima piazza Municipio, a due passi dal portone d´ingresso di palazzo La Pira. Dopo accurati controlli e un giro di perlustrazione, anche all´interno della villa comunale, le forze dell´ordine trovano, tra le fioriere e sotto il palco installato in piazza, 4 involucri di plastica contenenti un totale di 80 grammi di marijuana che i giovani avevano cercato invano di occultare alla vista dei militari dell´Arma.

Gli 8 ragazzi, di cui 5 minorenni, sono stati deferiti in stato di libertà alle Procure della Repubblica presso il tribunale di Modica e presso il Tribunale dei Minori di Catania. Per tutti l’accusa è di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta e sottoposta a sequestro è stata inviata ai competenti organi scientifici per gli accertamenti di competenza.

Nell´abitazione di uno degli otto ragazzi denunciati, invece, i Carabinieri hanno rinvenuto un mixer, un «karaoke» ed una cassa stereo, rivelatisi essere provento del furto perpetrato qualche giorno addietro, all’interno del plesso scolastico «Raganzino». Al giovane, A.G., 19 anni, è stata contestata anche la fattispecie di reato della ricettazione.