Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 699
POZZALLO - 23/04/2012
Cronache - La nave era stata sequestrata dai pirati il 27 dicembre scorso

Liberazione "Ievoli": presto a Pozzallo Carmelo Sortino

Sortino è stato assunto dalla compagnia «Marnavi», titolare della petroliera, in qualità di cuoco
Foto CorrierediRagusa.it

< E´ stata mia nipote a riferirmi che è avvenuto il rilascio di mio fratello Carmelo Sortino (foto). Le notizie che giungono da Roma sono positive. Mio fratello sta bene. Sono contentissimo. Finalmente è giunta alla fine questa storia, dopo diversi mesi. Adesso l´unica cosa che voglio fare è riabbracciare mio fratello. Presto>.

Luciano Sortino, fratello di Carmelo, il marittimo sequestrato a bordo della Ievoli lo scorso 27 dicembre, esprime tutta la sua gioia per l´avvenuta liberazione. Una gioia che ha condiviso con la moglie di Carmelo, Mariateresa, e le nipoti, figlie del marittimo sequestrato, Chiara e Grazia.<La notizia che tutti aspettavamo – commenta ancora Luciano Sortino – Siamo contenti anche di essere a conoscenza del fatto che mio fratello stia bene. Non so quando Carmelo sarà a Pozzallo, ma penso l´inizio della settimana prossima o comunque per la festa dei lavoratori del 1° maggio. Un regalo inaspettato, ma che aspettavamo tutti con ansia >.

Adesso, si aspetta che il cuoco a bordo della Ievoli torni in città.<Non ho mai sentito, in questi mesi – conclude Luciano Sortino – mio fratello. Le uniche notizie in mio possesso sono quelle che mi riferivano mia cognata e le mie nipoti, cioè che stava bene. Poi, sono rimasto in attesa che la situazione cambiasse. E, a quanto pare, è cambiata. Buon per tutti. Un grazie anche ai pozzallesi, infine. Molti si sono avvicinati al sottoscritto, esprimendo solidarietà. Grazie a tutti >.

La moglie e le figlie di Carmelo Sortino non hanno voluto commentare la notizia ma, riferiscono alcuni parenti, sono contente dell´esito risolutivo della vicenda.

Entusiasta anche il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, interpellato al telefono:<La città di Pozzallo – dice il primo cittadino – è in festa per il rilascio dell´amico Carmelo Sortino. La speranza è che episodi simili non accadano più, né ai marittimi pozzallesi né a nessun altro marittimo. Un «grazie» è rivolto anche a chi ha lavorato per il rilascio del marittimo pozzallese, alla Farnesina, agli organi preposti che hanno lavorato affinchè un lavoratore del mare possa tornare serenamente a casa >.

Per Sortino, così come successo per gli altri marittimi che, in passato, sono stati sequestrati, sarà organizzato un incontro a palazzo La Pira fra il primo cittadino e tutti i componenti della famiglia Sortino.

Pozzallo, città di mare, molta forza lavoro impegnata sulle navi che solcano i sette mari, non è nuova, purtroppo, a notizie di sequestri. Nel marzo dello scorso anno, la città rivierasca è balzata agli onori della cronaca per il sequestro di altri marittimi pozzallesi, a bordo del rimorchiatore «Asso 22», culminato poi con il rilascio in data 22 aprile. Salvatore Boscarino, 51 anni, Giorgio Coppa, 24 anni, Antonino Arena, 35 anni, assieme a Salvatore Scala, l´altro marittimo pozzallese, da anni residente a Siracusa, furono sequestrati in acque libiche per 36 lunghi giorni, prima del rilascio e del conseguente arrivo in Sicilia.

Un altro marittimo pozzallese, Luca Gugliotta, finì nelle mani dei guerriglieri del Mend, in Africa. Dopo 33 giorni di prigionia, Gugliotta fu liberato. Correva l´anno 2007. Ieri, invece, la liberazione di Carmelo Sortino.

IL RILASCIO DELLA PETROLIERA DA PARTE DEI PIRATI
La petroliera "Enrico Ievoli", sequestrata dai pirati il 27 dicembre scorso e condotta in un porto somalo, è stata rilasciata dai pirati. L´annuncio è stato dato dal ministro degli Esteri Giulio Terzi. "Stiamo molto bene, è tutto sotto controllo. L´equipaggio sta benissimo" sono state le prime parole del comandante Agostino Musumeci, riferite dall´armatore, che ha comunicato: "La nave è già partita dalle coste della Somalia e a bordo ci sono i militari italiani". La Ievoli era stata catturata al largo delle coste dell´Oman. A bordo ci sono 18 persone. Oltre ai sei italiani, 5 ucraini e 7 indiani.

Tra loro anche il 48enne di Pozzallo Carmelo Sortino, sposato con Mariateresa Carbonaro, due figlie, Chiara, 18 anni, e Grazia, 16. Sortino è stato assunto dalla compagnia «Marnavi», titolare della petroliera, in qualità di cuoco. Nel fine settimana, previsto l´arrivo di Sortino a Pozzallo.

Il mercantile, lungo 138 metri, trasportava circa 15mila 750 tonnellate di soda caustica. Partito da Fujairah (Emirati arabi uniti) era diretto nel Mediterraneo. La nave appartiene alla società Marnavi di Napoli.