Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1065
POZZALLO - 24/04/2012
Cronache - Lettera con insulti all’esponente politico

Minacce a Ninella Azzarelli, denuncia ai Carabinieri

La notizia ha fatto subito il giro del paese ed ed è stata anche postata su Facebook Foto Corrierediragusa.it

Clima incandescente a Pozzallo. A meno di venti giorni dalle prossime amministrative (6 e 7 maggio) un nuovo episodio inquietante scuote la campagna elettorale. Ninella Azzarelli (foto), ex consigliere comunale dell´Mpa, ad oggi candidata nelle liste del Psi, ha ricevuto una missiva con minacce ed offese. La notizia ha fatto subito il giro del paese ed ed è stata anche postata su Facebook, dove in molti hanno espresso solidarietà alla giovane candidata. Nessuno scheletro nell’armadio nemmeno a livello personale per il consigliere Azzarelli, il cui «cambio di casacca» non sembrerebbe sufficiente a spiegare una simile intimidazione. Al centro della missiva, a carettere cubitale, campeggia il termine «traditrice».

< Non so se a Pozzallo oggi è stata scritta una pagina nera nell´ambito di queste elezioni amministrative – dice la Azzarelli - So per certo che è stata scritta nel mio cuore. "Traditrice" è l´unica parola della lettera che posso riportare, le altre offendono il pudore e l´onorabilità: patrimonio prezioso e intoccabile di ogni essere umano. Per chi, come me, ha dimostrato impegno e coerenza in cinque anni di consigliere comunale, per chi come me non ha impiegato nessuno dei suoi parenti nella pubblica amministrazione, nè ha mai chiesto di farlo, per chi come me non ha mai ricattato l´amministrazione per ottenere favori in cambio e che solo alla fine del mandato elettorale sceglie di continuare un percorso con altre persone che hanno dato più attenzione degli altri alle iniziative portate avanti da me in Consiglio, beh, allora quella lettera non ci sta. Virtualmente, la rispedisco al mittente perchè il tradimento lo sta perpetrando questa persona nei confronti della sua città cercando di colpire chi fa politica con onestà e trasparenza >.

La missiva non conteneva minacce alla famiglia della Azzarelli. I coniugi Campanella hanno sporto denuncia alla locale Stazione dei Carabinieri.