Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 25 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 19:52
POZZALLO - 11/03/2012
Cronache - Il 39enne geometra era stato indotto con l’inganno dai rapinatori ad uscire di casa

E´ di 90mila euro il bottino della rapina in villetta

I preziosi portati via dai malviventi assieme al contante sono antichi e di pregevole fattura

Si delinea con ulteriori particolari la vicenda della rapina in villetta a Raganzino, nei pressi del porto di Pozzallo, in contrada Maganuco. Il bottino portato via dai malviventi, in una prima fase quantificato in 5mila euro, è invece di ben 90mila euro.

I preziosi portati via dai rapinatori assieme al contante, difatti, sono antichi e di pregevole fattura. Il figlio del proprietario della villetta, picchiato a sangue dai malviventi, era stato indotto con l’inganno ad uscire di casa. I rapinatori avevano difatti staccato la corrente dal contatore esterno della villetta, inducendo il 39enne geometra pozzallese ad uscire per vedere perché fosse andata via la luce. I rapinatori lo hanno quindi immobilizzato e picchiato, costringendolo a rientrare in casa per fare razzia di tutto quanto di valore c’era in giro.

L’anziana madre del 39enne, benché spaventata, ha fornito ai rapinatori che minacciavano il figlio le coordinate per aprire la cassaforte, dalla quale sono stati trafugati i preziosi di elevato valore e il contante. I ladri sono quindi fuggiti. In casa non c’era il padre, in quel momento, un marittimo di Pozzallo che è stato poi informato della rapina. Il fatto si è verificato nella notte tra venerdì e sabato scorsi. Il giovane era stato condotto in ambulanza al «Maggiore» di Modica: la prognosi dei medici era stata di 20 giorni. Indagano gli inquirenti per risalire all’identità dei rapinatori. Preziose in questo senso si riveleranno le testimonianze delle vittime della rapina.