Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 772
POZZALLO - 11/03/2012
Cronache - Il 39enne geometra era stato indotto con l’inganno dai rapinatori ad uscire di casa

E´ di 90mila euro il bottino della rapina in villetta

I preziosi portati via dai malviventi assieme al contante sono antichi e di pregevole fattura

Si delinea con ulteriori particolari la vicenda della rapina in villetta a Raganzino, nei pressi del porto di Pozzallo, in contrada Maganuco. Il bottino portato via dai malviventi, in una prima fase quantificato in 5mila euro, è invece di ben 90mila euro.

I preziosi portati via dai rapinatori assieme al contante, difatti, sono antichi e di pregevole fattura. Il figlio del proprietario della villetta, picchiato a sangue dai malviventi, era stato indotto con l’inganno ad uscire di casa. I rapinatori avevano difatti staccato la corrente dal contatore esterno della villetta, inducendo il 39enne geometra pozzallese ad uscire per vedere perché fosse andata via la luce. I rapinatori lo hanno quindi immobilizzato e picchiato, costringendolo a rientrare in casa per fare razzia di tutto quanto di valore c’era in giro.

L’anziana madre del 39enne, benché spaventata, ha fornito ai rapinatori che minacciavano il figlio le coordinate per aprire la cassaforte, dalla quale sono stati trafugati i preziosi di elevato valore e il contante. I ladri sono quindi fuggiti. In casa non c’era il padre, in quel momento, un marittimo di Pozzallo che è stato poi informato della rapina. Il fatto si è verificato nella notte tra venerdì e sabato scorsi. Il giovane era stato condotto in ambulanza al «Maggiore» di Modica: la prognosi dei medici era stata di 20 giorni. Indagano gli inquirenti per risalire all’identità dei rapinatori. Preziose in questo senso si riveleranno le testimonianze delle vittime della rapina.


Pozzallo come NY??
12/03/2012 | 21.23.35
Tony

Accade a casa nostra,in Sicilia isola naufraga in un mare di indifferenza e abusi d`ogni sorta.
A Pozzallo dove sventolano le bandiere blu...la gente... si e` rotta i maroni.
Droga, scippi,attentati incendiari, minacce , prostituzione , furti e ora pure le rapine in villa con tanto di assalti e feriti.
Ma dico io , signori miei ma stiamo scherzando o cosa?
in un paesino di 17000 abitanti non si riesce a dare una regolata a queste cose?
Neanche fosse lo stato di New York!!
E poi capirai...tutto sto gran territorio vastissimo !! quattro vanelle ...non c`e` nemmeno un semaforo!!
Ci vuole una forte presa di coscienza, fare il punto della situazione, ..provvedere e subito!
Rendiamo vivibile la nostra citta`, ridateci la tranquillita` di vivere dentro le nostre case almeno questo!


Indignata!!
12/03/2012 | 11.22.29
Indignata

Abbiamo subito una rapina poco tempo fa...abbiamo le telecamere...abbiamo visto i soggetti in faccia...siamo riusciti a identificarli...le forze dell´ordine ci dicono: NON SIAMO SICURI CHE SIANO LORO!!!!!!!

Ecco in che stato viviamo...la giustizia uno deve cercarsela da solo...anzi no poi ti sbattono in carcere se spari ad una ladro...allora che facciamo???


ORA BASTA!!!!!!!
12/03/2012 | 0.23.40
Valerio

ORA BASTA!!!!
siamo stufi tutti noi concittadini,bisogna fare qualcosa seriamente e al piu´ presto,da parecchi mesi oramai Pozzallo e sotto assedio di ladri e fino ad oggi non e´ stata presa nessuna posizione,si e´ parlato tanto di telecamere,incremento del numero delle forze dell´ordine e poi....
Siamo stufi e stufi,bisogna sempre aspettare qualcosa di piu´ brutto della volta precedente purche´ si faccia qualcosa?
Non esiste classe politica al contrasto della delinquenza.
Sconcertato
Valerio