Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 911
POZZALLO - 05/03/2012
Cronache - Le Fiamme gialle si dedicano al monitoraggio del contante

Maltese sorpreso alla dogana con addosso 23mila euro

L’uomo, oltre a non aver provveduto alla dichiarazione della somma, alla richiesta dei militari ha addirittura negato il possesso di denaro contante

Un maltese è stato sorpreso alla dogana del porto di Pozzallo dalla Guardia di finanza con addosso ben 23mila euro, 13mila in più rispetto alla somma massima consentita di portare con sè in contanti per viaggi all´estero. Il monitoraggio del denaro contante è un´attività fondamentale per la Guardia di Finanza in quanto consente di prevenire il riciclaggio l´evasione fiscale e in generale i reati economici.

La normativa antiriciclaggio parla chiaro: in caso di viaggi all´estero, la soglia massima di denaro contante che e´ possibile detenere sulla persona e´ di 10mila euro e tutto ciò che eccede tale somma va dichiarata alla dogana.

L´uomo fermato dai Finanzieri della Squadra Stanziale della Tenenza di Pozzallo, un maltese di 40 anni, oltre a non aver provveduto alla dichiarazione della somma, alla richiesta dei militari ha addirittura negato il possesso di denaro contante.

Immediati sono scattati i controlli più approfonditi da parte delle Fiamme Gialle e dei funzionari dell´Agenzia delle Dogane che, insospettiti sin da subito dall´atteggiamento nervoso dell´uomo, hanno poi rinvenuto ben 23mila euro.

La somma eccedente la soglia e´ stata sottoposta a sequestro dall´Agenzia delle Dogane e dalla Guardia di Finanza e l´uomo ora dovrà pagare una sanzione pecuniaria che può variare sino al 40% dell´importo eccedente i 10mila euro.

Le attività proseguiranno verso l´esatta identificazione dell´origine delle somme di denaro, visto che l´utilizzo di denaro contante, può essere propedeutico a profili di riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite, ad una distrazione di fondi «neri» di qualche attività commerciale o a illeciti di natura economica.