Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 17 Settembre 2014 - Aggiornato alle 15:23 - Lettori online 576
Dove sei: Prima pagina > Cronache > Pozzallo > "Mago guaritore" omosessuali scoperto dalle ... Continua


Cronache
POZZALLO - 17/02/2012
Il "chiromante" non è riuscito a predire l´arrivo di una «Iena»

"Mago guaritore" omosessuali scoperto dalle "Iene"

A presentarsi in via Del Pozzo, dove operava il truffatore, una pattuglia dei militari, con in testa il comandante della compagnia di Modica, Alessandro Loddo Foto Corrierediragusa.it

Un sedicente mago non è riuscito a predire l´arrivo di una «iena» e delle forze dell´ordine. É successo ieri pomeriggio, quando la «iena» di Italia 1, Niccolò Torielli (foto) quello dello «Sconvolt Quiz» per chi segue la trasmissione, si è visto sfilare via dalle mani il microfono dal "mago" Alfio Sciacca, 72 anni, originario di Acicatena ma residente per alcuni mesi dell´anno in provincia di Ragusa.

Quando Torielli si è presentato in via Del Pozzo al cospetto del sedicente mago, prima è nato un vivace battibecco sulla presunte arti divinatorie del sedicente mago poi, alzatisi i toni della disputa, Sciacca ha sottratto il microfono all´inviato del programma di Italia 1, portandolo all´interno della propria abitazione.

Torielli, a quel punto, ha chiamato le forze dell´ordine. A presentarsi in via Del Pozzo una pattuglia dei Carabinieri, con in testa il comandante della compagnia di Modica, Alessandro Loddo. Sul posto anche i vigili urbani del Comune, con il comandante Rosario Iozzia. Pare sia stato lo stesso Iozzia a portare la calma fra i contendenti, convincendo l´uomo di 72 anni a consegnare il microfono alla "iena". Nel frattempo, la scena aveva richiamato un gruppetto di persone che si erano accalcate sotto l´abitazione dell´uomo 72enne.

Il sedicente mago avrebbe riferito alle forze dell´ordine di essere a Pozzallo solo per trascorrere alcuni giorni di ferie, dicendo altresì di non aver mai operato a fini di lucro. La «iena», invece, avrebbe portato la testimonianza di alcune persone che, in passato, hanno avuto a che fare con il presunto guaritore.

Nel contempo, i carabinieri sono entrati all´interno dell´abitazione del guaritore ed hanno prelevato documenti che attestano l´attività del sedicente mago. Secondo quanto riferito dalle forze dell´ordine, difatti, presso l´abitazione del sedicente mago sono state sequestrate le tabelle pubblicitarie, recanti le scritte «Mago Paracelso esperto in guarigione – chiromante, cartomante, astrologo e medium», affisse esternamente al locale, nonché volantini e cartelloni.

Secondo quanto emerso dagli accertamenti, il presunto mago pubblicizzava le sue capacità di guarire le persone dalla inverosimile malattia rappresentata dall’omosessualità. Sono stati, inoltre, rinvenuti talismani ed altri oggetti di natura esoterica, nonché appunti recanti utenze telefoniche di probabili clienti. A testimonianza dell’ampiezza dell’attività fraudolenta esercitata dal presunto mago, tra le carte rinvenute all’interno dell’abitazione vi erano contratti di locazione di immobili ubicati in altre regioni del meridione. Anche l’immobile è stato sequestrato.

L´uomo di Acicatena è stato denunciato in quanto ritenuto essere responsabile del reato di truffa aggravata in danno di persone in corso di identificazione. Le indagini, dirette dal sostituto procuratore Gaetano Scollo e coordinate dal procuratore Francesco Puleio, proseguono per accertare l’identità delle vittime delle truffe. La «iena» Torielli è andata via ringraziando vigili urbani e carabinieri, assieme al proprio cameraman. Il servizio filmato, molto probabilmente, lo vedremo la prossima settimana su Italia 1.


consiglia questa news sulla ricerca di Google.
Ma è possibile
18/02/2012 | 12.15.28
giamp

Che esista gente che crede nell´esistenza dei maghi?
In un certo senso se la cercano la truffa.


PERCHE´ ORMAI SI USA
18/02/2012 | 11.26.09
Francesco

In risposta a Giovanni: non è che senza Striscia o Iene non si arrestano i truffatori; il problema sta nella gente truffata che non reagisce.

Perché i testimoni di questo evento non sono andati dai CC? Hanno preferito chiamare le Iene invece di denunciare il fatto alle FDO? Manie di esibizionismo?


ma perchè?
18/02/2012 | 11.00.32
giovanni

ma perchè sono dovute venire Le Iene per scoprire le malefatte di questo mago?
ormai siamo arrivati al punto che senza Striscia la notizia e senza Iene non arrestano i truffatori?
Mah...