Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1079
POZZALLO - 04/02/2012
Cronache - L’uomo nascondeva un pistola Mauser calibro 6.35

Il fruttivendolo con la pistola: arrestato Giuseppe Vaccaro

I carabinieri hanno scoperto l’arma dopo il ritrovamento, nel negozio del commerciante, di sei proiettili calibro 12 inesplosi, due cartucce calibri 9 e un caricatore

Nascondeva un pistola Mauser calibro 6.35 sotto il sedile del furgone. Un’arma clandestina dalla matricola abrasa costata l’arresto ad un venditore di frutta ed ortaggi di Pozzallo, ovviamente privo del porto d’armi. Le manette sono scattate per il 34enne Giuseppe Vaccaro, incensurato originario di Pachino e titolare di una rivendita di ortofrutta in via Kennedy, la stessa zona dov’erano state date alle fiamme due attività commerciali. Le perquisizioni dei militari sarebbero scaturite proprio dai due attentati incendiari ad altrettante rivendite di ortofrutta, al fine di accertare un eventuale coinvolgimento del fruttivendolo.

I carabinieri hanno scoperto l’arma dopo il ritrovamento, nel negozio del commerciante, di sei proiettili calibro 12 inesplosi, due cartucce calibri 9 e un caricatore. Di lì a poco, come accennato, è saltata fuori pure la pistola. L’accusa contestata al pozzallese è quella di detenzione illegale di pistola con matricola abrasa. Il gip del tribunale di Modica ha convalidato in queste ore l’arresto effettuato dai carabinieri, come illustrato stamani in caserma dal capitano Alessandro Loddo. Il commerciante finito in manette non ha saputo ovviamente giustificare il possesso della pistola, inviata alla scientifica per tentare di risalire al numero di matricola.