Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1610
POZZALLO - 14/12/2011
Cronache - Il proprietario è un uomo di 46 anni, interrogato dalle Forze dell’ordine

Brucia auto in via Ariosto, incendio doloso?

I vigili hanno lavorato per mezzora, non sono state trovate tracce sensibili

Brucia un’automobile in via Ariosto, angolo via Napoli. Ennesimo atto delinquenziale in città dove, oramai, il clima è da autentico «far-west». Il danno è stato perpetrato nei confronti di un uomo di 46 anni, interrogato dalle forze dell’ordine già nella giornata di ieri ed all’oscuro su cosa abbia spinto alcuni malviventi a dare fuoco alla propria automobile.

I vigili del fuoco del distaccamento di Modica hanno impiegato 30 minuti circa per spegnere le lingue di fuoco. Dalla verifica fatta dai vigili del fuoco, non sono state trovate tracce che possono far pensare ad un incendio doloso. Naturalmente, però, è difficile anche pensare all’ennesimo incendio di un’auto provocato da autocombustione. Per esperti piromani non è difficile, infatti, dar fuoco ad una automobile senza lasciare tracce.

Il susseguirsi, in questi giorni, di atti delinquenziali in città lascia poco spazio alla fantasia.Per i rilievi del caso, sono intervenuti sul posto i carabinieri della stazione di Pozzallo per indagare sulle cause dell’incendio.

Sui furti in città, il candidato a sindaco Luigi Ammatuna propone un’interessante iniziativa. "Comprendendo le evidenti carenze di organico delle Forze dell’Ordine – dice Luigi Ammatuna - che svolgono il servizio di controllo del territorio a Pozzallo, che comportano difficoltà nell’assicurare una presenza costante sul territorio, è giunta l’ora di creare un comitato pro-sicurezza che serva per affrontare la situazione con il Questore o con il Prefetto. La sicurezza è il punto di partenza per una città che vuole vivere civilmente e in armonia. Per questo motivo, mi impegno fin da adesso affinchè Pozzallo – conclude Ammatuna - possa diventare un’isola felice, dove la delinquenza venga bandita".