Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 751
POZZALLO - 06/12/2011
Cronache - Vigili del Fuoco al lavoro per due ore per domare le fiamme

Incendio in una villetta al 2° scivolo, è doloso?

Bruciati suppellettili ed arredi, l’immobile è inagibile

Hanno dovuto lavorare per più di due ore i vigili del fuoco del distaccamento di Modica al fine di prevalere sulle lingue di fuoco che hanno reso inagibile una villetta, nella zona periferica del Secondo Scivolo. E’ successo nella scorsa notte, quando, qualche minuto dopo l’una, il proprietario della villetta ha dovuto chiamare i pompieri dopo aver visto il fuoco appiccato alla propria abitazione.

L’incendio si è subito sviluppato all’interno dell’abitazione ed ha coinvolto tutti gli arredi ed i suppellettili, oltre all’intradosso del solaio di copertura. Quest’ultimo ha subito delle gravi lesioni. Sul posto anche i carabinieri della Stazione di Pozzallo, i quali hanno ascoltato il proprietario della villetta, un operaio.

Stretto è il riserbo sulle indagini e l’impressione che se ne ricava è quella dell’ennesimo atto delinquenziale di natura dolosa. Solo qualche giorno fa, Pozzallo era tornata agli onori della cronaca per l’incendio di un ortofrutta, in via Kennedy. Senza contare che un altro villino, in contrada Pantanelli, era stato dato alle fiamme due mesi fa circa. Tre atti incendiari, tutti di presunta natura dolosa, che hanno scosso il quieto vivere della collettività locale.

In occasione dell’incendio di via Kennedy, poi, il primo cittadino Peppe Sulsenti era tornato a farsi sentire per chiedere al Prefetto un maggiore controllo notturno da parte delle forze dell’ordine della città.

"Entro due mesi – ha detto il sindaco Sulsenti – avremo le telecamere per la videosorveglianza. Il Prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro, ha garantito che, per il mese di febbraio, saranno accese le telecamere nei punti nevralgici della città. Inoltre, nelle zone non «coperte», auspico che l’intervento delle forze dell’ordine continui ad essere esaustivo, così come fatto egregiamente in passato".