Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 535
POZZALLO - 12/07/2011
Cronache - Nelle ultime 24 ore non si contano ormai più gli interventi di primo soccorso

Attenti alle meduse che infestano il mare pozzallese

Mai come quest’anno le meduse stanno così tanto impensierendo i bagnanti

Attenti alle meduse. Mai come quest’anno le meduse stanno così tanto impensierendo i bagnanti. Nelle ultime 24 ore non si contano ormai più gli interventi di primo soccorso che i bagnini dei vari stabilimenti balneari hanno dovuto assicurare a causa delle fastidiosissime punture delle meduse.

Una media di quindici punture, da inizio luglio a ieri (con il picco durante il fine settimana), e non viene risparmiato nessuno, sia a Raganzino che a Pietrenere. Ci sono stati casi in cui le meduse hanno creato grossi problemi al malcapitato di turno, con evidenti segni rossastri e delle bolle lasciati sulla pelle.

Il problema è stato segnalato dai villeggianti residenti al Primo Scivolo, appena fuori la città di Pozzallo. Ma la presenza di numerose meduse sono state segnalate lungo tutta la costa, e persino all’interno del porto grande. Da quattro giorni, da quando il mare è in calma piatta, il fenomeno si è fortemente accentuato. C’è preoccupazione per gli arrossamenti, simili alle ustioni, provocati queste meduse (scompaiono dopo alcuni giorni con l’aiuto di un farmaco specifico).

La presenza delle meduse si accompagna comunque a una certezza: il mare, almeno in questo tratto di costa, è pulito. Si tratta della conferma, offerta dalla natura, delle assicurazioni fornite dalla Fee che, ad inizio maggio, aveva consegnato la «Bandiera Blu» per il decimo anno consecutivo. La responsabile Carla Creo, in visita in questi giorni, aveva dato per certa l’assenza nel mare antistante la città di Pozzallo di batteri inquinanti. Questi celenterati, infatti, prediligono le acque integre, senza coliformi e streptococchi fecali e senza enterococchi.

Di certo, però, c’è parecchia preoccupazione fra i bagnanti che vedono nelle meduse il classico «attentato» al bagno tranquillo. La loro trasparenza, peraltro, non rende immediatamente visibile la loro presenza e in molti si rendono conto del problema a causa del prurito e del gonfiore causato dalle stesse meduse.


Pozzallo Off-limits
14/07/2011 | 12.30.24
Giorgio

Più che alle inconsapevoli meduse, a Pozzallo bisogna stare attenti ai consapevoli Vigili Urbani, che fanno le contravvenzioni alle auto in sosta e in divieto, su strade inibite da una cartellonistica stradale in fotocopia
P.S.: Hanno finito i soldi per dei cartelli regolari (previsti dal N.C.d.S. in metallo con tanto di prescritti timbri sul loro retro), oppure li mettono la sera con lo scotch (così come documentato nelle foto di un vostro precedente articolo stampa), per FAR CASSA la mattina successiva con gli incauti bagnanti?
Chissà chi risponderà...!!!