Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 885
POZZALLO - 02/07/2011
Cronache - La brillante operazione è stata condotta dai funzionari dall’Ufficio delle Dogane

Bloccato traffico di rifiuti da Pozzallo in Africa

I funzionari doganali, su disposizione della procura della Repubblica di Modica, stanno effettuando tutti gli accertamenti necessari per individuare i responsabili del tentato traffico illecito

Bloccato al porto di Pozzallo un traffico illecito di rifiuti diretto in Africa. La brillante operazione è stata condotta dai funzionari dall’Ufficio delle Dogane di Siracusa, di stanza al porto.

Ieri, i funzionari doganali della Sezione Operativa Territoriale di Pozzallo, insospettiti dalla documentazione posta a corredo della richiesta di esportazione, hanno eseguito una visita fisica della merce presentata in dogana. Sulla carta, difatti, si evinceva che il cargo navale doveva trasportare motori per autoveicoli usati pronto per essere imbarcato su un cargo diretto in Ghana. Una volta aperto il container, grande è stato lo stupore nel constatare dai funzionari la presenza di un carico di rifiuti costituiti da guarnizioni di gomma presumibilmente impregnate di sostanze pericolose carta, sacchi di plastica, confezioni di bibite e parti di automobili sommariamente individuabili in dischi dei freni, molle e ammortizzatori, sospensioni ed imballaggi vari.

I funzionari doganali, su disposizione della procura della Repubblica di Modica, stanno effettuando tutti gli accertamenti necessari per individuare i responsabili del tentato traffico illecito di rifiuti. Inoltre, le indagini sono volte ad accertare se il materiale sequestrato all’interno del porto di Pozzallo doveva essere rivenduto sul mercato africano o se i trafficanti avevano intenzione di sversarli senza alcun trattamento.