Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 478
POZZALLO - 30/06/2011
Cronache - Risarcimento per la moglie della vittima del disastro ferroviario di Viareggio

Destinati 110 mila euro alla vedova di Rosario Campo

Sarà il sindaco di Viareggio ad erogare materialmente i fondi in seguito all’autorizzazione

Il commissario alla ricostruzione dopo la strage di Viareggio, Enrico Rossi, annuncia la firma dell´ordinanza con la quale autorizza il pagamento di un totale di oltre 110 mila euro a favore di Claudia Frasca, moglie di Rosario Campo, vittima, due anni fa ieri, del disastro ferroviario di Viareggio. Campo, pozzallese, aveva raggiunto la città toscana per motivi di lavoro e, da qualche anno, le cose andavano pure bene. Il destino, però, ha voluto che una giovane vita, un ragazzo volenteroso e amato da tutti, due figli a carico, si trovasse nel posto sbagliato, al momento sbagliato.

Sarà il sindaco di Viareggio ad erogare materialmente i fondi in seguito all’autorizzazione del commissario Rossi. Questo nuovo stanziamento permetterà di estinguere in tutto o in buona parte i mutui che gravano su due abitazioni, uno quello di Claudia Frasca e un altro destinato ad alleviare le sofferenze per un’altra famiglia di Viareggio, vittima anch’essa della strage ferroviaria.

"Avevamo chiesto alla Corte dei Conti – dice Rossi - il nulla osta ad un’interpretazione estensiva della cosiddetta Legge Viareggio, così da permettere di affrontare due situazioni particolari legate al pagamento dei mutui sulla casa. Il via libera è arrivato proprio alla vigilia del secondo anniversario della strage. In questi mesi – ha continuato Enrico Rossi – ci siamo impegnati per affrontare e risolvere alcuni dei problemi che si sono presentati nell’applicazione della normativa. Sono soddisfatto che il nulla osta sia arrivato in questa occasione particolare. Mi auguro che anche il Parlamento mostri la stessa sensibilità e la stessa rapidità nel modificare la Legge Viareggio così come proposto dai parlamentari locali, per renderla più adeguata alle esigenze di un’equa gestione dei suoi benefici".

Intanto la città di Viareggio ha ricordato, con grande dolore, la strage ferroviaria che il 29 giugno 2009 provocò la morte di trentadue persone nei pressi della stazione. Fra gli appuntamenti nel ricordo delle persone scomparse, anche la nascita di un’associazione che unirà tutti i parenti delle vittime. La cerimonia si è conclusa ieri, alle ore 23.48, l’ora esatta in cui avvenne l’esplosione causata dalla fuoriuscita di gpl dal carro cisterna che esplose dopo il suo deragliamento, avvenuto al passaggio del treno merci dalla stazione di Viareggio. A Pozzallo, una santa messa è stata officiata, in ricordo di Rosario Campo, presso la chiesa Madonna del Rosario.