Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 949
POZZALLO - 21/06/2011
Cronache - Manette per un ventunenne del Ghana

Un altro arresto per lo sbarco dei 235 disperati

Il clandestino era destinatario di un precedente provvedimento di espulsione dal territorio italiano

Un altro arresto in riferimento allo sbarco dello scorso 18 giugno. Le manette sono scattate per un ghanese di 21 anni, destinatario di un precedente provvedimento di espulsione dal territorio italiano, dove aveva fatto ritorno con l´ultimo sbarco.

Sabato scorso erano stati arrestati i tre presunti scafisti che si erano mescolati tra i 235 migranti, tra i quali 19 donne e cinque bambini. I disperati erano stipati a bordo del barcone che era stato avvistato in acque maltesi.

Le manette erano scattate per due tunisini di 31 e 28 anni e un libico di 47 anni. Quest´ultimo parrebbe essere il capitano. I tre, acccusati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, erano stati rinchiusi nel carcere di Modica, a disposizione dell´autorità giudiziaria.

Gli arresti erano stati eseguiti da Squadra mobile, Carabinieri e Guardia di finanza, al termine delle operazioni di identificazione e fotosegnalamento, e in base alle testimonianze rese dai disperati.

Le motovedette maltesi, come avvenuto già in altre occasioni, non erano intervenute, limitandosi a scortare l´imbarcazione carica di profughi fino al limite delle acque territoriali italiane. La "carretta", partita dalla Libia, era stata intercettata in nottata al largo di Capo Scalambri da un pattugliatore della Guardia di Finanza che l´ha poi assistita fino all´arrivo nel porto di Pozzallo.