Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 681
MONTEROSSO ALMO - 03/04/2010
Cronache - Ragusa: dopo il settore agricolo, anche il conferimento della plastica dismessa sotto controllo

Denunciato monterossano: raccoglieva plastica in nero

In 4 anni raccolti in tutta la provincia 7 mila quintali di scarti di polietilene per un reddito di 230 mila euro ed evasa iva per 23 mila euro

Dall’ortofrutta al riciclo di plastica dismessa dalle serre. Non c’è comparto che si salvi quando si vuole evitare la denuncia dei redditi. La Guardia di finanza di Ragusa ha scoperto un evasore totale, un cittadino di Monterosso Almo, 53 anni, totalmente sconosciuto al fisco, operante nel settore del recupero e preparazione per il riciclaggio di materiale plastico, che nel periodo 2006 -2010 avrebbe omesso di dichiarare redditi imponibili ai fini imposte dirette ed irap per quasi 230.000 euro e ha evaso iva per circa 23.000 euro.

I controlli sono stati effettuati in materia ambientale. I finanzieri hanno rilevato conferimenti presso centri di recupero autorizzati, di tutti i conferimenti di polietilene e materiali simili provenienti dalla dismissione di serre utilizzate in agricoltura.

Dal rilevamento di tutti i conferimenti effettuati presso gli enti autorizzati per gli anni dal 2006 al 2009, e’ emerso che monterossano aveva raccolto, trasportato e conferito, in particolare presso l’ Ilap di Ragusa e Pachino scarti di polietilene per circa 7.250 quintali.

L’uomo non era titolare di partita i.v.a. Negli anni presi in esame ai fini della verifica avrebbe effettuato, come professione abituale, ma completamente «in nero», un considerevole numero di conferimenti di materiale plastico proveniente dalla dismissione di serre utilizzate in agricoltura, realizzando rilevanti redditi, ma omettendone completamente la dichiarazione.

Inoltre, in aggiunta alle contestazioni amministrative per le violazioni di natura fiscale, il soggetto e´ stato denunciato a piede libero presso l´autorità giudiziaria della Procura di Ragusa, per aver esercitato l´attività di raccolta, trasporto, commercio ed intermediazione di rifiuti non pericolosi in carenza delle prescritte autorizzazioni, iscrizioni e comunicazioni.