Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 700
MODICA - 24/07/2010
Cronache - Modica: i genitori affranti hanno presentato un esposto

Morte di un feto al Maggiore, 2 medici indagati dalla procura

Sono stati nominati due periti, un medico legale di Catania e un ginecologo di Modica

Sarebbero due i medici del reparto di ostetricia e ginecologia iscritti nel registro degli indagati dell’inchiesta avviata dalla procura per la morte di un feto all’ospedale «Maggiore», a seguito dell’esposto presentato dagli affranti genitori. Sono stati nominati due periti, un medico legale di Catania e un ginecologo di Modica, per stabilire se ci si trovi dinanzi all’ennesimo caso di malasanità, oppure se si sia invece trattato di una tragica fatalità. I genitori lamentano la presunta imperizia e negligenza dei medici nell’assistenza prenatale.

La puerpera, residente a Pozzallo assieme al marito, era stata ricoverata a causa d improvvisi e lancinanti dolori addominali. La situazione si è poi aggravata lo scorso 13 luglio, quando i medici ritennero necessario procedere con un parto cesareo. Il feto però è venuto alla luce privo di vita, a quanto pare soffocato dal suo stesso cordone ombelicale, che si sarebbe attorcigliato attorno al collo e al viso, impedendogli di respirare durante le concitate fasi del parto cesareo. Momenti di panico ai quali ha fatto seguito l’atroce dolore per il tragico evento.

In un primo tempo i genitori non avevano adito le vie legali, forse perché stremati dal dolore per la perdita del figlio. Poi invece la decisione di presentare l’esposto in procura, anche sulla base delle spiegazioni fornite dai medici, e giudicate poco convincenti. Sarà a questo punto l’esito delle perizie dei due professionisti nominati dalla procura a far luce su quanto accaduto. Il medico legale catanese e il ginecologo modicano renderanno noti gli esiti delle perizie tra due mesi.

Nella foto l´ingresso dell´ospedale "Maggiore" di Modica