Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1598
MODICA - 12/07/2010
Cronache - Modica: è accaduto nei pressi di via Loreto Gallinara. Un’altra auto è finita contro il muro

Scia d´olio sull´asfalto, un´auto si ribalta. 3 donne ferite

Le vittime sono state subito soccorse dall’ambulanza del 118 «Cmr Modica 1» e condotte al pronto soccorso dell’ospedale «Maggiore»

Una Toyota Yaris ribaltata, una Peugeot 106 contro un muro e tre donne di Modica, di età compresa tra i 21 e i 50 anni, ferite in maniera lieve. E’ il bilancio del doppio incidente stradale autonomo verificatosi domenica mattina a causa di una striscia d’olio lubrificante sull’asfalto, lunga circa mezzo chilometro.

I due incidenti hanno avuto luogo intorno alle 9, lungo la provinciale 126, al chilometro 1 e 500, subito dopo la rotatoria per via Loreto Gallinara e per contrada Mauto, a Modica Alta. La Yaris è capottata, dinanzi agli sguardi attoniti dei residenti e degli altri automobilisti. La Peugeot, sopraggiunta pochi secondi dopo, è invece finita contro il muro che delimita la carreggiata. Entrambi gli incidenti sono stati causati dalla mancanza di aderenza degli pneumatici sull’asfalto, per via della scia d’olio.

Le tre donne che viaggiavano sulle due auto sono uscite con le loro stesse gambe dai veicoli distrutti, seppure un po’ intontite e malconce. Le vittime sono state subito soccorse dall’ambulanza del 118 «Cmr Modica 1» e condotte al pronto soccorso dell’ospedale «Maggiore», dove i medici hanno prestato le cure per le ferite e le leggere contusioni riportate dalle tre donne. Le prognosi variano tra tre a sette giorni.

Sono intervenuti anche i vigili del fuoco per sgomberare la carreggiata dalle carcasse delle auto, con l’ausilio di un carro attrezzi, e per mettere in sicurezza l’arteria, sulla quale è stato sparso del gesso in polvere per coprire la pericolosa chiazza. La polizia municipale ha regolato il traffico veicolare. Gli stessi vigili urbani hanno accertato che un residente, accortosi della striscia d’olio sulla strada, si prodigava nel segnalare a gesti agli automobilisti il pericolo, a costo di mettere a repentaglio la sua stessa incolumità.

Un’encomiabile azione che, però, non è servita ad evitare i due incidenti autonomi, che avrebbero potuto far registrare un bilancio ben più pesante. Non è stato possibile risalire all’automezzo che ha perso l’olio, non segnalato adeguatamente con il triangolo rosso, come previsto dal codice della strada. Probabilmente l’autista non si è nemmeno accorto della perdita temporanea visto che, ad un certo punto, la striscia d’olio finiva.