Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 598
MODICA - 12/07/2010
Cronache - Modica: la "soluzione" del comune per far contenti i residenti

Con la calce le carcasse putrefatte dei cani "scompaiono"

Reiterata la richiesta di dimissioni del vice sindaco Enzo Scarso
Foto CorrierediRagusa.it

Ci hanno buttato sopra la calce sulle due carcasse di cani di grossa taglia lasciate a marcire sotto il sole ai bordi della strada della popolosa zona di via San Giuliano Macallè. Qualcuno aveva ammazzato i due cani e li aveva scaricati vicino alle abitazioni dei residenti. Forse i due pastori tedeschi erano stati avvelenati o addirittura finiti a colpi d’arma da fuoco altrove, e poi scaricati vicino alle sterpaglie.

Un episodio emblematico della psicosi randagismo, che continua a permanere sul territorio, dopo i ben noti fatti di contrada Pisciotto del marzo 2009, con la morte del bambino modicano di 10 anni, o gli animali da cortile sbranati dai randagi nelle campagne di Modica nelle ultime settimane.

Sconvolti i residenti, che, oltre a biasimare il poco civile gesto, temono per la loro salute, visto che le due carcasse di cani sono in avanzato stato di decomposizione e non profumano certo di rose. Le alte temperature non aiutano e nella zona l’aria è irrespirabile. A nulla sono finora valse le segnalazioni alla sede del comune, al vice sindaco Enzo Scarso e alla polizia municipale.

Invece di far rimuovere le carcasse, il comune non ha trovato di meglio che spargere della calce sulle carcasse putrefatte. Il residente Raffaele Brafa, già esasperato dall’inerzia mostrata dall’amministrazione, adesso è ancora più arrabbiato e reitera la sua richiesta di dimissioni del vice sindaco, che, peraltro, abita poco distante dal luogo in cui le carcasse ricoperte di calce si stanno disfacendo.

«E’ vergognoso – sbotta il cittadino – che nonostante le decine di segnalazioni, nessuno abbia ancora provveduto alla rimozione delle carcasse, coprendole solo con della calce e offrendo uno spettacolo, se possibile, ancora più disgustoso. Se anche per simili problematiche, così elementari da risolvere, la giunta si dimostra così incapace – dice Brafa – allora gli amministratori farebbero meglio ad andare tutti a casa, in primis il sindaco e il suo vice. I vigili urbani – aggiunge Brafa – hanno effettuato un paio di sopralluoghi, assicurando la rimozione delle carcasse. Ma a tutt’oggi - conclude il residente - le hanno solo ricoperte di calce, nonostante le rassicurazioni che lo stesso vice sindaco Enzo Scarso mi ha fornito al cellulare".

(Nella foto, le due carcasse di cani con la calce sparsa sopra. TUTTI I DIRITTI RISERVATI - RIPRODUZIONE VIETATA)