Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 742
MODICA - 18/06/2010
Cronache - Modica: scoperto il titolare di una ditta del settore degli infissi

Evade un milione di euro, modicano denunciato dalla GdF

Per evadere il fisco, il titolare dell’impresa procedeva all’esecuzione dei lavori, aggiudicati per conto delle ditte del nord Italia, che eseguiva utilizzando personale dipendente di nazionalità straniera

Una maxi evasione fiscale per oltre 1 milione di euro da parte di un’azienda di Modica è stata scoperta dalla Guardia di Finanza.
Le indagini fiscali hanno interessato una ditta modicana, operante nel settore degli infissi.

Il titolare, al termine delle operazioni di controllo, è risultato essere un evasore totale, essendo del tutto sconosciuto al fisco per uno o più anni d’imposta. Per l’evasore totale è di conseguenza scattata la denuncia. L’ attività ispettiva, condotta attraverso l’esecuzione di numerosi controlli incrociati nei confronti dei clienti della ditta controllata, tutti operanti nelle regioni del nord-est Italia, ha portato alla scoperta di oltre 1 milione di euro sottratti all’imposizione diretta e recuperati alla tassazione Irap, oltre 150mila euro di Iva evasa, nonché l’omesso versamento di ritenute fiscali per un ammontare di circa 60mila euro.

Per evadere il fisco, il titolare dell’impresa procedeva all’esecuzione dei lavori, aggiudicati per conto delle ditte del nord Italia, che eseguiva utilizzando principalmente personale dipendente di nazionalità straniera quali polacchi, romeni, albanesi e tunisini. I lavori eseguiti venivano poi regolarmente fatturati alle ditte committenti ma, successivamente, il titolare «dimenticava» di adempiere agli altri obblighi contabili, compresa la presentazione della dichiarazione dei redditi. Il responsabile è stato dunque denunciato alla Procura della Repubblica di Modica.