Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:41 - Lettori online 1430
MODICA - 13/05/2010
Cronache - Modica: imputato accusato d’aver architettato una truffa da due milioni di euro

Modica: consulente del lavoro abusivo rinviato a giudizio

L’imputato si sarebbe auto sospeso dall’ordine già dal 2005

Oltre alla recente condanna a nove mesi di carcere per appropriazione indebita, è stato anche rinviato a giudizio per esercizio abusivo della professione il ragioniere fiscalista Giuseppe Spadaro. Il rinvio a giudizio scaturisce dalla denuncia sporta dall’ordine dei consulenti del lavoro.

Spadaro è accusato d’aver architettato una truffa da due milioni di euro in danno degli ignari clienti. L’imputato si sarebbe auto sospeso dall’ordine dei consulenti del lavoro già dal 2005. Spadaro avrebbe quindi esercitato da abusivo la professione da un paio d’anni.

Altri processi cominceranno da novembre a carico dell’imputato, che, secondo l’accusa, avrebbe truffato diversi clienti, trattenendo per sé i soldi versatigli per provvedere al pagamento di quanto dovuto allo Stato dalle vittime del raggiro, in qualità di contribuenti.

L’avvocato Giovanni Di Pasquale, che ha patrocinato la parte offesa Orazio Modica Ragusa nel procedimento conclusosi con la condanna di Spadaro, ha dichiarato che «Il tribunale ha inoltre condannato l’imputato a risarcire la parte civile degli ingenti danni subiti, che dovranno essere determinati e liquidati in separata sede civile.

Il giudice – prosegue il legale – ha intanto concesso una provvisionale di 7mila euro, che verrà imputata in acconto dell’ingente somma dovuta al mio assistito dal consulente, ritenuto colpevole di appropriazione indebita. Per i danni richiesti dalla parte civile e quantificati in 180mila euro – conclude l’avvocato – dovrà essere celebrata una causa civile per i soli calcoli del caso». Per il reato di truffa aggravata l’imputato è stato assolto.