Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1128
MODICA - 09/05/2010
Cronache - Modica: il dramma familiare di mercoledì scorso ricostruito in queste ore

39enne si suicida dopo litigio con la moglie per il figlio

Tutto è accaduto tra Pozzallo, Modica e Marina di Modica
Foto CorrierediRagusa.it

Una tragedia scaturita da una scongiurata disgrazia. Un uomo si è tolto la vita, ingerendo una forte dose di diserbante, dopo aver litigato con la moglie a causa di un incidente domestico occorso al figlioletto di due anni, per fortuna rimasto illeso. Tutto è accaduto mercoledì scorso tra Pozzallo, Modica e Marina di Modica. La disavventura del bambino, verificatasi in mattinata, e il suicidio del padre, scoperto nel tardo pomeriggio dello stesso giorno, erano in origine apparsi come due episodi slegati tra loro.

Solo nelle ultime ore sono stati ricostruiti i fatti e si è appreso che il gesto estremo del 39enne di Pozzallo è stato il tragico epilogo di una situazione familiare non proprio tranquilla. Tra i due coniugi, residenti nella cittadina marinara, pare che i rapporti non fossero più idilliaci come un tempo, e l’incidente domestico che ha visto suo malgrado protagonista il bimbo di due anni ha funto da detonatore al dramma. Mercoledì mattina, mentre giocava in casa con la madre accanto, il bimbo ha ingerito una monetina di cinque centesimi.

La donna, dopo aver tentato invano di far sputare il corpo straneo al bambino, si è precipitata al pronto soccorso dell’ospedale «Maggiore» (nella foto) di Modica. I medici sono riusciti a far espellere la monetina in pochi minuti al bambino, rimasto praticamente illeso. Mentre erano in corso esami più approfonditi nel reparto di radiologia per sgomberare ogni dubbio, è arrivato il padre del piccolo, che, nonostante fosse stato rassicurato sulle ottime condizioni di salute del piccolo, ha ugualmente avuto un alterco con la moglie per quanto accaduto. Tra i due sarebbero volate parole taglienti, diretta conseguenza dei rapporti tesi tra la coppia.

L’uomo è poi andato via piuttosto agitato. Non avendo più ricevuto notizie del 39enne, i preoccupati parenti hanno telefonato al 112. I Carabinieri si sono quindi messi alla ricerca dell’uomo, trovato purtroppo cadavere nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso nel garage della residenza estiva alle porte di Marina di Modica. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo si sarebbe recato nella casa dopo la lite in ospedale con la moglie, e lì avrebbe ingollato una letale quantità di diserbante utilizzato in agricoltura. Quando i Carabinieri lo hanno trovato, il cadavere era già freddo.