Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 341
MODICA - 04/05/2010
Cronache - Ragusa: dopo il ricorso del procuratore Carmelo Petralia

Matrimonio misto da annullare? Deciderà la Corte d´Appello

La coppia si era sposata con il rito civile in comune lo scorso 22 aprile

Quel matrimonio misto non andava celebrato. La burocrazia rischia di creare serie difficoltà a due novelli sposi, lui albanese, lei italiana, di Ragusa, entrambi di 24 anni. Colpo di fulmine per entrambi la scorsa estate e un amore travolgente culminato il 22 aprile nelle nozze, celebrate con il rito civile al comune di Ragusa. Ma il matrimonio rischia adesso d’essere invalidato da una irregolarità non da poco: pare che lo sposo difatti, avesse il permesso di soggiorno scaduto. L´albanese avrebbe inoltrato la richiesta di rinnovo del documento ben tre anni dopo la scadenza, andando ben oltre i termini di legge.

E proprio la legge, come noto, non ammette ignoranza. Alla luce di ciò, il procuratore della Repubblica di Ragusa Carmelo Petralia, che si era opposto alla celebrazione del matrimonio con il rito civile, ha adesso inoltrato ricorso in corte d’appello. Il segretario generale del comune di Ragusa, Benedetto Buscema, aveva difatti dato corso alle nozze dopo il nullaosta del tribunale. Ma secondo il procuratore Petralia «Il decreto dei giudici si fonda su un’erronea interpretazione e applicazione della legge in materia». Intanto, in attesa del pronunciamento dei giudici d’appello, i novelli sposi vivono la loro storia d’amore.