Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 956
MODICA - 12/02/2010
Cronache - Modica: la polizia avrebbe individuato i cinque malviventi, due dei quali donne

Banda videopoker con le ore contate dopo il furto da Bruno

Decisive ai fini delle indagini si sarebbero rivelate le immagini delle telecamere del sistema di telesorveglianza a circuito chiuso che avrebbero ripreso il quintetto

Sarebbe stata la oramai nota banda dei videopoker a compiere il colpo di 25mila euro ai danni del negozio di elettronica Bruno Euronics del Polocommerciale, nella notte tra martedì e mercoledì scorsi. I cinque componenti sarebbero già stati individuati dalla Polizia, che non lascia trapelare nulla dal riserbo. Decisive ai fini delle indagini si sarebbero rivelate le immagini delle telecamere del sistema di telesorveglianza a circuito chiuso che avrebbero ripreso il quintetto, tra cui due donne, mentre facevano man bassa nelle vetrine espositive del negozio, scassinate con un grosso cacciavite. In meno di un paio di minuti i ladri si sono portati via una cinquantina di telefonini di fascia medio alta, tipo smartphone, e quattro telecamere Hd di ultima generazione.

I malviventi sarebbero stati ripresi al volto dalle telecamere del negozio della catena d’elettronica, avendo agito a viso scoperto, come già avvenuto nei vari bar di Modica e degli altri centri iblei presi di mira negli ultimi giorni. Dai confronti incrociati delle immagini riprese anche dai sistemi di telesorveglianza di alcuni dei locali pubblici presi di mira, gli investigatori hanno ricostruito dei dettagliati identikit, che si sarebbero rivelati fondamentali per rintracciare i malviventi, a quanto pare provenienti da fuori provincia. Non è escluso che possa trattarsi della stessa banda che ha agito anche nel Siracusano e nel Catanese, con il medesimo modus operandi: spaccare la vetrata del locale di turno con un pesante blocco di cemento e arraffare tutta la merce disponibile in pochi minuti, prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, proprio come è avvenuto nell’ultimo caso.

Nei bar i malviventi avevano rivolto le loro attenzioni alle monete contenute nelle macchinette videopoker, racimolando un bottino complessivo di circa di 15mila euro in pochi giorni. Di recente erano stati svaligiati i bar Di Natale, Fucsia e Loreto a Modica, e il bar Blue Australia di Pozzallo. Una escalation di furti, che, a quanto pare, è stata adesso interrotta dal probabile fermo dei cinque componenti la banda, anche se la polizia non conferma. Nelle prossime ore potrebbero esserci altri sviluppi.