Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 402
MODICA - 11/11/2009
Cronache - Modica: si tratta di uno sciclitano di 38 anni, sottoposto a fermo d’indiziato di delitto

Droga e violenta 16enne: fermato un lontano parente

La squallida storia venuta alla luce in questi ultimi giorni. Il presunto orco aveva costretto la vittima al silenzio, minacciandola in maniera pesante

Squallida storia di degrado sociale a Modica. Un uomo di 38 anni, disoccupato, avrebbe violentato una ragazzina di 16 anni dopo averla drogata facendole fumare uno spinello. La famiglia della ragazza avrebbe accolto il lontano parente sciclitano in casa offrendogli vitto e alloggio per fini umanitari. Questi, avrebbe tradito la fiducia della famiglia ospitante commettendo l´orrendo crimine.

La raccapricciante storia è venuta a galla in questi ultimi giorni, dopo che la ragazzina ha trovato il coraggio di confidarsi con i genitori e con gli assistenti sociali. La presunta vittima aveva mantenuto il silenzio sulla squallida vicenda per timore di ritorsioni da parte del lontano parente. Non è escluso che l’uomo avesse minacciato la ragazzina di farle molto male se avesse raccontato l´accaduto a qualcuno.

Secondo quanto emerso fuori, gli abusi sessuali negli ultimi tempi si sarebbero fatti sempre più frequenti, tanto da indurre la giovane a liberarsi dall’incubo. Stando sempre alle indagini, pare che l’uomo aspettasse di restare solo in casa con la minore per compiere l´atto brutale. A quel punto rollava uno spinello e lo faceva fumare alla vittima per stordirla e impedirele un´eventuale reazione. Lo sciclitano consumava i suoi istinti bestiali in camera da letto.

La Polizia ha sottoposto a fermo d’indiziato di delitto il presunto orco con le accuse di violenza sessuale su minore, minacce e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato rinchiuso in cella d’isolamento nel carcere di Modica, mentre la ragazzina è adesso seguita dagli assistenti sociali.