Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1070
MODICA - 23/10/2009
Cronache - Modica: un’albanese di 48 anni ha aggredito una connazionale di 34 anni in un supermercato

Modica: lite fra donne. Arresto per stalking "al femminile"

Sono stati i Carabinieri ad ammanettare l’immigrata. Le continue liti scoppiavano, pare, per motivi sentimentali

Un italiano conteso da due donne albanesi. Potrebbe essere questa la causa di un´aggressione fra donne avvenuta dentro un supermercato di Modica. Secondo i Carabinieri, una donna di 48 anni ha cercato in tutti i modi la lite con una connazionale di 34 anni, pedinandola fin dentro in supermercato, dove l’ha aggredita prima verbalmente e poi fisicamente dinanzi al figlioletto di tre anni e agli esterrefatti clienti. La donna è stata arrestata e condotta presso la sezione femminile del carcere di Ragusa con l’accusa di stalking.

E’ il primo arresto operato dai Carabinieri per questo reato commesso da una donna in danno di un’altra donna, forse per questioni sentimentali. La vittima, che vive con il figlioletto e un convivente italiano, da tempo soffriva di attacchi d’ansia a causa delle continue vessazioni subite, forse a causa dello stesso uomo conteso dalla connazionale. Alla donna arrestata, già querelata più volte dalla vittimia, i militari dell´Arma avevano intimiato di non recarsi a casa della rivale.

Il nucleo familiare viveva ormai terrorizzato per le continue incursione dell´albanese, che non esitava a presentarsi in casa delle vittime per offenderle pesantemente e cercare il contatto fisico. La donna ha alla fine raggiunto il suo scopo all’interno del supermercato di corso Regina Margherita a Modica Alta, dove ha urlato contro la ex amica, afferrandola per i capelli e offendendola in maniera pesante davanti al bimbo della vittima che piangeva spaventato. L’albanese violenta è stata trattenuta dai clienti fino all’arrivo dei Carabinieri.