Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 991
MODICA - 10/11/2007
Cronache - Modica - Ladri scatenati in diverse zone della città

Ondata di furti in 48ore:
presi di mira supermercati,
ville e appartamenti

Chiesto l’intervento del Prefetto Foto Corrierediragusa.it

Supermercati, villini ed appartamenti. La malavita si fa risentire nel modicano con una serie di incursioni nel giro di due giorni. Può essere la ripresa dell’attività da parte di qualche gruppo visto che dall’estate a seguito di alcuni arresti operati dalle forze dell’ordine il fenomeno dei furti era stato stroncato.

Il più consistente è stato consumato nel corso della notte presso il supermercato Pam di contrada Catagirasi. Qui i ladri sono riusciti ad eludere anche il sofisticato sistema di allarme installato. Sono state trafugate sigarette e generi di tabaccheria presso l’annessa rivendita all’interno del supermercato; successivamente i ladri si sono dedicati alle casse. Queste sono state prelevate staccandole dagli impianti e forzate all’esterno nell’ampio piazzale dove la polizia le ha ritrovate dopo che l’allarme , scattato forse per qualche errore commesso dai ladri, si è attivato.

Il danno deve ancora essere quantificato. Un paio di villette sono state poi visitate dai ladri a Trecasucce, Trebalate, Cozzo Rotondo; anche qui le casseforti dove i titolari custodivano oro e denaro sono state asportate grazie all’utilizzo di un flex. Le casseforti non sono state ritrovate ma la polizia ritiene che i colpi siano opera di una banda ben organizzata ed attrezzata. In contrada Fiumara è stato consumato un altro colpo in un appartamento. Anche in questo caso sono stati asportati oggetti in oro e denaro in assenza dei proprietari.

L’ondata di furti ha indotto Sebastiano Failla a segnalare al prefetto di Ragusa la situazione di estremo preoccupazione che vivono le famiglie. Il vicepresidente del consiglio provinciale ha chiesto l’istituzione di una stazione mobile delle forze dell’ordine che controlli in particolare il centro storico dove sempre di più si verificano episodi di criminalità spicciola ma anche furti e risse soprattutto tra extracomunitari.