Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 860
MODICA - 07/08/2009
Cronache - Modica: l’arzilla vecchietta è stata bloccata dai vigili urbani

Anziana compra vernice bianca e pennello e dipinge le strisce pedonali!

La signora si era messa in testa di "ripristinare" a sue spese la segnaletica orizzontale sbiadita in viale Medaglie d’Oro
Foto CorrierediRagusa.it

Sono parecchi i passanti che si sono stupiti ieri mattina osservando una vecchietta, che, «armata» di vernice bianca e pennello, stava tracciando delle «rudimentali» strisce pedonali sull’asfalto di viale Medaglie D’Oro (nella foto). L’anziana signora modicana, nota in città per certe sue originali «uscite» come quella di ieri, notando le strisce ormai sbiadite dal tempo e dall’usura, si è recata nel vicino ferramenta per acquistare, di tasca propria, la vernice bianca e il pennello. Poi si è diretta in maniera decisa verso la zona delle strisce sbiadite e, mettendosi carponi, ha cominciato a dipingere le nuove strisce su quelle vecchie, appena visibili. In tanti si sono fermati, osservando divertiti la singolare scena.

Meno «permissivi» i vigili urbani, che, accortisi di quel che stava accadendo, hanno fatto desistere l’anziana dal completare la sua «artigianale» ma efficace opera. La donna era giunta alla terza striscia, quando gli agenti di polizia municipale l’hanno fatta alzare. Mugugnando e piuttosto controvoglia, l’anziana ha lasciato il suo lavoro «a metà». Quel che è peggio, non è escluso che alla donna possa essere comminata anche una multa piuttosto salata per imbrattamento di suolo pubblico.

Speriamo in questo caso che prevalga il buonsenso, anche perché la donna ha agito animata da buoni propositi e, certamente, da uno spiccato senso civico, non esitando a pagare di tasca propria il materiale e mettendosi a «lavorare» sotto il cocente sole del mattino. A modo suo, l’anziana ha impartito una sorta di lezione ai responsabili della manutenzione della segnaletica stradale orizzontale e verticale, che, troppo spesso, la fanno ridurre ai minimi termini prima di procedere al ricambio o, come nel caso in questione, alla riverniciatura. D’altronde, l’anziana modicana non ha fatto altro che applicare alla lettera il vecchio adagio del «chi fa da sé, fa per tre».