Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 921
MODICA - 21/04/2009
Cronache - Sciacallaggio senza ritegno sulle disgrazie altrui. La polizia postale scopre gli altarini

Truffa online di un modicano sulle donazioni all´Abruzzo

G.B., 27 anni, è stato denunciato assieme ad altri complici nell’ambito delle indagini telematiche

C’è anche un ragazzo modicano tra gli sciacalli che hanno tentato di lucrare dal terremoto in Abruzzo, organizzando delle truffe online. G.B., 27 anni, è stato scoperto assieme ad altri complici nell’ambito delle indagini telematiche condotte dalla Polizia postale di Campobasso, in collaborazione con i colleghi di Catania.

Il modicano aveva organizzato una raccolta di fondi. Ma i soldi che gli ignari donatori versavano, credendo così di aiutare gli sfollati, sarebbero invece finiti nelle tasche dei truffatori. G.B. è stato denunciato a piede libero. L’annuncio della raccolta fittizia dei fondi pro Abruzzo era stato pubblicato lo scorso 8 aprile su un noto sito web della provincia di Torino, specializzato in annunci online.

La polizia postale, che sta monitorando le varie iniziative per individuare quelle tese solo ad ingrossare le tasche di persone senza scrupoli che approfittano delle disgrazie altrui, ha avviato le indagini del caso. E’ stata così scoperta la truffa online, con la conseguente individuazione degli autori, tra cui il modicano. I truffatori avevano fornito un numero di contro corrente intestato ad un istituto di credito, nei fatti inesistente. Il denaro raccolto in maniera fraudolenta è stato al momento sottoposto a sequestro, in attesa che venga devoluto ai terremotati.