Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 266
MODICA - 07/03/2009
Cronache - Modica: il rogo si è sviluppato poco dopo le 11 di sabato per cause accidentali

Modica: 20mila euro di danni al "Bar Sicilia" andato a fuoco

Due elettricisti stavano saldando il pannello del frigo industriale quando si è originata la fiammata. Il più giovane dei due lavoratori è rimasto lievemente ustionato al volto
Foto CorrierediRagusa.it

Ammontano a poco meno di 20mila euro i danni del "Bar Sicilia" di corso Umberto I, andato a fuoco sabato mattina. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha evitato una probabile tragedia. Se le fiamme avessero raggiunto le bombole della cucina si sarebbe registrato un pericoloso scoppio che avrebbe potuto provocare vittime, danneggiando altresì i locali commerciali attigui.

Momenti di panico prima dell’arrivo dei vigili del fuoco, quando una fiammata è fuoriuscita dalla saletta secondaria del locale. Pochi secondi dopo un nuvolone di fumo nerastro si propagato dall’interno dei locali, ammorbando la zona di un forte odore di plastica bruciata. E’ stato un attimo. Il rogo è divampato dal frigorifero industriale, dove due elettricisti stavano saldando il pannello posteriore, dopo aver riparato delle tubature di rame interne. Uno dei due elettricisti, il più giovane, è rimasto lievemente ustionato al volto dalla fiammata originatasi per cause accidentali dalla fiamma ossidrica utilizzata per la saldatura.

I due elettricisti, i gestori e i pochi clienti presenti si sono riversati fuori dal bar come un solo uomo, mentre all’interno il fuoco divampava e il denso fumo si spandeva per il centro storico, dove nel frattempo si erano accalcati i curiosi. Sono stati i poliziotti ad arrivare per primi sul posto, transennando l’area e disciplinando il traffico veicolare, diventato caotico. Pochi minuti dopo sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme prima che potessero raggiungere la cucina e le bombole gpl. Ma gran parte del bar è comunque andata distrutta. Le fiamme hanno attecchito velocemente sui tendaggi e sugli arredamenti, quasi tutti di legno e plastica. Della saletta secondaria dove vi erano i tavoli e le slot machines, non si è salvato nulla.

Le fiamme hanno raggiunto il controsoffitto, facendo scoppiare i lampadari e riducendo in cenere la carta da parati. Anche le macchinette dei video games e la porta di legno dell’ingresso secondario del locale sono stati ridotti in cenere Si è invece salvata la sala principale, dove c’è il bancone. I vigili del fuoco hanno ammassato fuori dal locale i resti bruciati del mobilio e trasportato a distanza di sicurezza le bombole gpl e quelle utilizzate dai due elettricisti per alimentare la fiamma ossidrica necessaria per la saldatura dei tubi di rame del frigorifero. Pressoché inutile il tentativo di arginare il rogo con gli estintori.

Le fiamme hanno subito avvolto il frigorifero, i tavoli e le sedie, estendendosi in pochi secondi alle pareti tappezzate. I vigili del fuoco hanno dovuto impiegare poco meno di un paio d´ore prima di spegnere del tutto il rogo. Per decine di minuti una calca di curiosi si è ammassata nei pressi del locale bruciato, in preda all’apprensione, mentre i pompieri lavoravano. Disperato il titolare per i danni subiti e, soprattutto, per la tragedia che si sarebbe potuta registrare. Le fiamme, che hanno leggermente lambito la facciata, non hanno raggiunto i locali commerciali vicini. Il "Bar Sicilia" è uno dei locali più antichi e frequentati della città.

Nella Galleria sotto le foto dell´incendio al "Bar Sicilia". Cliccateci sopra per ingrandirle.