Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 975
MODICA - 25/02/2009
Cronache - Modica: aveva proposto un fondo d’investimento per 60mila euro

Modica: impiegato di banca raggira due coniugi

I risparmiatori hanno perso 10mila euro. E’ scattata la denuncia

«Vai a fidarti delle banche. I soldi è sempre meglio metterli sotto al caro e vecchio materasso». Un vecchio adagio che rende l’idea della disavventura occorsa a due risparmiatori di Modica, sfociata nella denuncia piede libero di un bancario da parte della polizia. Erano stati un paio di impiegati della filiale modicana di una banca ad aver convinto una coppia di risparmiatori modicani ad investire i loro sudati risparmi in un non meglio specificato fondo, senza fornire le necessarie quanto obbligatorie informazioni sui rischi che l’operazione finanziaria comportava. Risultato: i due incauti investitori hanno perso 10mila euro dei 60mila investiti.

Inevitabile la denuncia in commissariato. Per uno dei due impiegati bancari è scattata la denuncia a piede libero per truffa aggravata in concorso. Si tratta di un 31enne, C.C. le iniziali. Le indagini dei poliziotti proseguono per accertare le responsabilità del complice e per risalire all’identità dei titolari di una finanziaria, che avrebbero agevolato l’operazione in danno degli ignari risparmiatori.

Quando le due vittime della truffa si sono rivolte alla banca per ottenere conto e ragione dell’ingente perdita economica, si erano sentiti rispondere che i loro soldi erano andati in fumo a causa del fallimento di una grossa banca americana, alla quale sarebbe collegato il fondo d’investimento proposto dagli impiegati bancari alla coppia di risparmiatori. Non è ancora chiaro dove siano finiti i 10mila euro eclissatisi da un giorno all’altro.

Le indagini mirano difatti ad accertare le singole responsabilità dei presunti truffatori, compresa la finanziaria alla quale l’istituto di credito si appoggiava. Pare infine che il direttore della banca fosse all’oscuro della truffa organizzata dall’impiegato denunciato.