Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1133
MODICA - 16/12/2008
Cronache - Modica - La Polizia ha scoperto due spacciatori a Modica Alta

Eroina nell´auto non in regola
guidata con la patente scaduta

Arrestati Giovanni Stracquadanio e Gina Runza, di 48 e 30 anni. Elevato alla coppia anche un maxi verbale di 3mila 500 euro Foto Corrierediragusa.it

Una coppia modicana in cura al Sert si portava appresso eroina purissima, viaggiando con la patente scaduta su un’auto senza assicurazione e già sottoposta a fermo amministrativo e fiscale in quanto non revisionata. Oltre ai reati penali, hanno infranto un buon numero di articoli del codice della strada il modicano Giovanni Stracquadanio, 48 anni, e la sua convivente Gina Runza (nella foto), di 30, per i quali sono scattate le manette con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. I due sono stati bloccati lunedì sera lungo il viadotto Nino Avola dalla Polizia mentre viaggiavano a bordo della loro "Ford Ka".

Inutile il tentativo dei due di disfarsi della droga: 6 grammi di eroina purissima del valore di circa 700 euro che, se tagliata in dosi, avrebbe potuto fruttare fino al triplo sul mercato. Nell´auto c´erano anche 170 euro, ritenuti dagli investigatori provento dell´attività di spaccio. Alla coppia è stato altresì elevato un maxi verbale di oltre 3mila 500 euro per guida con patente scaduta di un veicolo privo del contrassegno assicurativo, non revisionato da un centro autorizzato e sottoposto a fermo amministrativo e fiscale. L´auto è stata sequestrata, così come l´eroina, del tipo brown sugar, reperibile nel mercato calabrese.

Le indagini proseguono per risalire ai fornitori. Stracquadanio è stato rinchiuso del carcere di Modica Alta mentre la Runza nella sezione femminile della casa circondariale di Ragusa. La donna aveva patteggiato nel luglio 2002 dieci mesi di carcere per furto aggravato in danno di anziani, che «adescava» per strada promettendogli rapporti sessuali e squagliandosela con i portafogli. La polizia seguiva le mosse dei due, segnalati dai residenti del quartiere San Giovanni a Modica Alta, dove la coppia si era stabilita da qualche tempo. I controlli del territorio, come precisato dal vice questore aggiunto Maria Antonietta Malandrino e dall´ispettore Rosario Sigona, saranno intensificati in questi giorni che preludono al Natale.

Giovanni Stracquadanio