Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 21 Settembre 2018 - Aggiornato alle 15:21
MODICA - 23/02/2018
Cronache - Rinvio a giudizio per le imputate deciso dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Ragusa

A processo le 2 maestre di una scuola materna di Modica

Entrambe si sono sempre professate innocenti Foto Corrierediragusa.it

E’ stato deciso il rinvio a giudizio per le due maestre in servizio in una scuola materna di Modica, accusate di aver tenuto atteggiamenti non consoni al loro ruolo di insegnanti nei confronti di un minore di origine tunisina, i cui genitori si sono costituiti parte civile. Il rinvio a giudizio di G.N., 45 anni, e G.S., 60 anni, entrambe modicane, è stato deciso dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Ragusa (foto) Giovanni Giampiccolo. Le due imputate dovranno quindi sostenere il processo di primo grado a loro carico dinanzi al giudice monocratico con la prima udienza fissata al prossimo 21 settembre. Secondo quanto sostenuto dalla pubblica accusa, le due maestre avrebbero rimproverato più volte il bambino, alimentando un clima di permanente tensione che avrebbe indotto il piccolo a rifiutarsi di andare a scuola.

Le due maestre si sono sempre professate innocenti e i loro legali avevano a suo tempo diramato una nota nella quale si leggeva che «Nel processo troveranno la giusta collocazione le solide argomentazioni difensive delle imputate, che porteranno ad una sentenza assolutoria nella quale i sottoscritti difensori credono fermamente». La vicenda, che fece registrare una vasta eco anche a livello nazionale, venne a galla lo scorso giugno, a seguito delle indagini svolte dalla polizia, che diramò anche un discusso video con le immagini di quanto accadesse nelle scuola materna, riprese dalle telecamere di telesorveglianza.