Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 17 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 22:06 - Lettori online 529
MODICA - 06/12/2017
Cronache - Per fortuna non si sono registrati feriti o danni alle case vicine

FOTO Incendio in una casa disabitata

I vigili del fuoco hanno lavorato per circa 2 ore. Sul posto anche i carabinieri per le indagini
Foto CorrierediRagusa.it

Hanno lavorato per quasi due ore i vigili del fuoco per domare un incendio sviluppatosi nel centro storico della città. Nessuna persona è stata coinvolta ma i danni agli immobili sono ingenti. Una squadra del comando provinciale di Ragusa e una di Modica sono intervenuti ai piedi della Salita dei Barbieri, proprio di fronte alla chiesa di San Pietro in corso Umberto, il salotto buono di Modica (nella foto di Antonino Giurdanella). Qui, nelle adiacenze di via Campailla, le fiamme hanno avvolto una stanza di un immobile disabitato e in disuso dove erano ammassati materassi, coperte, sedie ed altre suppellettili. Le fiamme hanno avuto facile esca e hanno anche interessato due abitazioni vicine. Lunghe lingue di fuoco hanno seminato prima curiosità e poi paura tra i passanti e in tutto l´antico quartiere. I vigili hanno prima circoscritto l’incendio all’esterno e poi hanno messo in sicurezza le abitazioni attigue al locale interessato dalle fiamme, che risultano tutte non abitate. Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri per rilievi del caso.

Sulle cause dell’incendio non si sono fatte ipotesi ma il dolo sembrerebbe escluso anche perché gli ambienti colpiti, come accennato, non erano abitati e non hanno rilievo di particolare pregio, essendo il posto in disuso. Tuttavia non è escluso che il posto disabitato fosse utilizzato da giovinastri per bivaccarvi, magari per fumare sigarette o altro. Pare difatti che la porta d´ingresso, già malmessa, fosse stata sfondata. Non è quindi peregrina l´ipotesi che l´incendio sia scoppiato a causa di qualche cicca che ha trovato facile esca tra le vecchie masserizie ammassate all´interno della stanza ma, come accennato, saranno le indagini in corso a fugare ongi dubbio. Quel che conta difatti è che non si sono registrati feriti.

E’ stata invece tanta la paura tra i residenti nel quartiere visto che ad un certo punto si è temuto che l’incendio si potesse propagare considerato che gli immobili in quella zona sono attaccati l’altro. Lungo il tratto di corso Umberto interessato è stato istituito il senso unico alternato per agevolare il lavoro dei vigili del fuoco e le ripercussioni sul traffico veicolare, quasi paralizzato e comunque molto rallentato, si sono avvertite anche altre parti della città.

Sotto la pubblicità le foto dell´incendio scattate da Antonino Giurdanella: cliccateci sopra per ingrandirle