Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 670
MODICA - 07/11/2008
Cronache - Modica - Marito e moglie di Ispica erano stati denunciati dall’Oipa

Modica: abbandonano un cane, condannati

Valentina Raffa: "Si tratta di una sentenza esemplare"
Foto CorrierediRagusa.it

Il giudice monocratico del Tribunale di Modica, Giovanna Scibilia, ha condannato due coniugi ispicesi, difesi dall’avvocato Franco Rovetto, alla pena pecuniaria di 700 euro di ammenda ciascuno oltre al pagamento delle spese processuali per l’abbandono di un cagnolino.

La denuncia è partita dalla delegata provinciale dell’Oipa, Valentina Raffa, che, ricevuta da un cittadino la segnalazione dell’abbandono di una cuccioletta nella zona di Marza, vicino ad un cassonetto della spazzatura, non ci ha pensato due volte a sporgere querela presso il Comando dei Carabinieri di Modica, essendo in possesso del numero di targa dell’autovettura dei signori che hanno commesso il reato.

La cucciola, che al momento del ritrovamento era ricoperta da una sorta di vernice rossa che, coprendo pure le narici, non le permetteva di respirare bene, è stata soccorsa, ripulita ed affidata ad una bella famiglia dove vive felicemente tuttora.

«Si tratta di una sentenza esemplare - ha detto la delegata - l’abbandono di un animale è punito dalla legge, per cui la decisione del giudice Scibilia non può che infonderci fiducia nella giustizia. Se quest’estate l’Oipa ha registrato un incremento del fenomeno dell’abbandono, proprio in questo periodo non riusciamo più a sopperire alle inadempienze dei Comuni che, morosi e creditori nei confronti dei canili, non fruiscono più del servizio di raccolta e cura dei randagi.

Soccorriamo ogni giorno cani e gatti investiti da persone che nemmeno si fermano, raccogliamo cuccioletti addirittura non ancora svezzati gettati nei cassonetti come rifiuti… non ce la facciamo davvero più non solo con le risorse economiche e fisiche, ma anche psicologicamente, per cui questa sentenza davvero esemplare non può che darci una carica in più che spenderemo di certo per i nostri angeli pelosi. Ringrazio quindi la giustizia e il testimone, Lino Carlotta, che ha mostrato di avere cuore ed etica segnalando all’Oipa il reato cui ha assistito, e faccio un appello a tutti i cittadini perché ci segnalino eventuali abbandoni o maltrattamenti, anche rimanendo nell’anonimato… Noi ci siamo, non ci tireremo indietro e ci affideremo ancora una volta alla giustizia».