Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 10:36 - Lettori online 604
MODICA - 04/11/2017
Cronache - Si lasciava andare anche a pesanti apprezzamenti e poi scappava

Pacche sul sedere di 2 ragazze: denunciato

Il molestatore in corso Umberto, nei pressi del teatro Garibaldi Foto Corrierediragusa.it

Gli sono costate care le pacche sul sedere di 2 ragazze a passeggio: si tratta di un 31enne mmodicano incensurato a carrico di cui è scatta la denuncia per violenza sessuale da parte della polizia del commissariato di via Cornelia. L´uomo, in due distinti episodi, aveva dato pacche sul sedere di due ragazze che passeggiavano. Il primo episodio è accaduto nei pressi del Teatro Garibaldi ai danni di una giovane di 26 anni, che aveva denunciato l´episodio, specificando di non aver mai conosciuto il "dispensatore di pacche", il quale le si era avvicinato toccandole il fondoschiena mentre la stessa vittima stava passeggiando con un´amica. L´uomo si era poi subito dileguato lasciando la donna di sasso. A pochi minuti di distanza anche un´altra ragazza aveva nel frattempo ricevuto lo stesso "trattamento" mentre passeggiava tranquillamente in compagnia di un´amica. In questo caso il gesto era stato visto da un passante che aveva fornito ai poliziotti qualche indicazione utile per l’individuazione dello sconosciuto, segnalando il modello, il colore e pure la targa dell’auto con la quale il molestatore si era allontanato subito dopo.

Quest´ultimo, stando a quanto accertato dagli agenti, era solito appostarsi in una zona in penombra tra gli alberi, nei pressi del teatro Garibaldi, dove si fermava aspettando il passaggio delle sue ignare vittime. Nel momento in cui queste ultime gli passavano davanti, l´uomo gli dava una forte pacca sul sedere, lasciandosi andare anche ad esclamazioni dialettali di apprezzamento. Subito dopo fuggiva per non farsi riconoscere. Le immediate ricerche dell’auto segnalata hanno consentito di individuarla nei pressi dell´ufficio postale di viale Medaglie d´Oro.

Alla vista degli agenti l’uomo ha tentato di negare ogni addebito, adducendo la scusa di aver trascorso la serata altrove, ma le schiaccianti prove a suo carico fornite dalla testimonianza di coloro che avevano assistito ai fatti lo hanno inchiodato alle sue responsabilità penali. Ora il modicano che si è reso protagonista delle azioni denunciate dalle vittime dovrà rispondere innanzi all’autorità giudiziaria della pesante accusa di violenza sessuale in danno di due ragazze modicane.