Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 436
MODICA - 15/09/2017
Cronache - E’ madre di 2 figli

Donna di 43 anni ricoverata in coma dopo iniezione per lenire i dolori alla cervicale

Lotta tra la vita e la morte in rianimazione al "Guzzardi" di Vittoria Foto Corrierediragusa.it

E´ ricoverata in coma nel reparto di rianimazione dell´ospedale "Guzzardi" di Vittoria una donna 43enne vittoriese (e non modicana, come indicato in precedenza), madre di due figli, a quanto pare dopo un’infiltrazione praticata tramite siringa per lenire i dolori alla cervicale. Il fatto è accaduto lo scorso 3 settembre a Modica, ma è stato reso noto solo nelle scorse ore. La donna, che soffriva di artrosi cervicale, si sarebbe rivolta a un ortopedico in pensione, per procedere ad una infiltrazione che potesse lenire il forte dolore. L´ortopedico le avrebbe praticato nel suo studio un´infiltrazione di carbocaina paravertebrale per alleviarle il dolore alla regione del collo.

Poi la signora ha perso i sensi, forse a causa dell’anestetico presente nella siringa, e dopo pochi secondi è rimasta anche paralizzata dal collo in giù. Subito la 43enne è stata trasportata dallo stesso medico e dai familiari all’ospedale "Maggiore" di Modica, dove è arrivata in arresto cardiocircolatorio. Dopo essere stata rianimata dai medici del pronto soccorso, la donna è entrata in uno stato di coma profondo. Successivamente, per mancanza di posti letto a Modica, la 43enne è stata trasferita all´ospedale di Vittoria, dove è tuttora ricoverata nel reparto di rianimazione. La procura di Ragusa ha aperto un’inchiesta dopo la denuncia dei familiari della donna, che sta lottando tra la vita e la morte.